Imola si aggiudica i Mondiali di Ciclismo 2020, Merola: "Ho creduto alla candidatura"

Partenza e arrivo nel circuito ‘Enzo e Dino Ferrari’. Le gare si terranno il 26 e il 27 settembre

I Mondiali di ciclismo 2020 sono stati assegnati a Imola, con partenza e arrivo nel circuito ‘Enzo e Dino Ferrari’. Le gare si terranno sabato 26 settembre (le donne) e domenica 27 (gli uomini), mentre le cronometro sono previste giovedì 24 e venerdì 26.

La gara si correrà infatti lì dove 52 anni fa, il 1^ settembre 1968, a vincere il Mondiale fu proprio un italiano, il parmense Vittorio Adorni, che tagliò per primo il traguardo posto sempre sul circuito di Imola.

Un circuito di 28 chilometri e 800 metri e ci si attende grande spettacolo anche dagli scalatori. Due le salite: quella di Mazzolano, 2,4 chilometri con tratti di pendenza sopra al 10%, cui segue la discesa verso Riolo Terme, e poi quella di Gallisterna, con una pendenza superiore all’11%, per rientrare quindi all’Autodromo di Imola alla variante alta.

"L'assegnazione dei Mondiali di ciclismo 2020 a Imola, a fine settembre, rappresenta una bellissima notizia per tutto il nostro territorio - ha commentato il sindaco metropolitano Virginio Merola - Fin dall'inizio come Città metropolitana di Bologna abbiamo creduto a questa candidatura e abbiamo collaborato con la Regione per il suo successo. Continueremo dunque a fare la nostra parte affinché la manifestazione riesca al meglio". 

"Straordinario - esulta il presidente della Regione Stefano Bonaccini - l’Emilia-Romagna al top: 13 e 20 settembre due MotoGP mondiali a Misano, 1 novembre il GP di Formula 1 ad Imola. Ora, a fine settembre, i mondiali di ciclismo: indotto economico e promozione del territorio".

“Grande soddisfazione per questo risultato storico”. Così il Commissario straordinario al Comune di Imola, dott. Nicola Izzo, dichiara: “Imola raccoglie un altro successo per lo svolgimento di eventi sportivi. Questo dimostra le potenzialità del territorio e la poliedrica vocazione dell’autodromo ‘Enzo e Dino Ferrari’ per ospitare eventi sportivi di ogni disciplina e non solo. E’ un percorso virtuoso perseguito dal Comune di Imola, che coniuga le virtù della città, l’orgoglio della sua gente, l’utilizzo saggio e responsabile dei suoi impianti di eccellenza, in una logica di rispetto dell’ambiente e sviluppo del territorio”.

Il Presidente di UCI - Unione Cicilistica Internazionale - Renato Di Rocco: "Abbiamo poco tempo a disposizione, la sfida è esaltante, non ci resta che metterci a lavoro tutti insieme per dimostrare, ancora una volta, che attraverso il ciclismo l’Italia è pronta a ripartire e ad affrontare le sfide che questa stagione ci propone”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo Dpcm, le misure in arrivo e le regioni a rischio maggiore (Emilia Romagna tra queste)

  • Nuovo Dpcm: colori regioni e nuovi criteri, Emilia Romagna a rischio zona rossa?

  • Red Ronnie contro la serie su San Patrignano: "Solo aspetti negativi, ma molti sono ancora vivi grazie a Muccioli"

  • Schivata la zona rossa, l'Emilia Romagna resta arancione

  • Nuovo Dpcm, seconde case e nuove regole: tutte le risposte

  • Dpcm e zona arancione, fioccano multe per violazione del coprifuoco e uscita dai comuni di residenza

Torna su
BolognaToday è in caricamento