rotate-mobile
Sport Centro Storico / Piazza Manfredi Azzarita

Museo del basket, inaugurazione attesa per fine anno. Ecco come sarà trasformato il Paladozza

La location del Mubit è il tempio della palla a spicchi bolognese, il palazzetto di piazza Azzarita, che al termine dei lavori ospiterà una 'agorà' del basket con aree didattiche, oltre che uno spazio eventi per gli addetti ai lavori

A Bologna sono iniziati i lavori per costruire il museo del basket italiano (Mubit). Il progetto, in quella che per tradizioni sportive è considerata la Basket City italiana, era stato annunciato a inizio 2019, con la speranza di arrivare all'inaugurazione a inizio 2020. La pandemia ha bloccato l'opera ma ora è iniziato il conto alla rovescia: il Mubit - che richiederà un costo totale di 1,05 milioni - dovrebbe essere inaugurato "entro quest'anno", secondo l'annuncio dell'assessore allo sport Matteo Lepore.

Il progetto del museo è sviluppato insieme alla Fip (Federazione italiana pallacanestro) il cui presidente, Giovanni Petrucci, è intervenuto oggi alla conferenza stampa di presentazione: "Bologna sta tornando quello che è sempre stata: quando dicono Basket City, certamente lo è. Ci esalta - sottolinea Petrucci - che la nascita del Museo del basket coincida con il centenario della Federazione. Ci inorgoglisce che un ente museale, in una città che ama il basket, sia una forte testimonianza di quello che siamo stati e che riesca anche a dare importanti indicazioni per il futuro".

Paladozza location del nuovo museo del basket: ecco come sarà

La location è il tempio della palla a spicchi bolognese: il PalaDozza, che al termine dei lavori ospiterà una 'agorà' del basket italiano con aree didattiche per giovani, scuole e famiglie, oltre che uno spazio eventi per gli addetti ai lavori. Gli spazi del museo occuperanno circa 400 metri quadrati. 

I lavori in realtà riguardano l'intero angolo del Madison tra via Calori e piazza Azzarita: oltre al museo, nascerà anche una terrazza panoramica sul tetto con tanto di playground dentro una 'gabbia'. All'interno, invece, oltre alla galleria saranno realizzate anche sale convegni, uno spazio didattico e una stanza per la realta' aumentata.

Sarà anche aperto un nuovo ingresso verso piazza Azzarita, con modifica della scala d'accesso e l'installazione di una piattaforma disabili e un ascensore.

L'area che ospitava gli uffici del Coni sarà' dedicata in modo particolare a mostre temporanee e contenuti multimediali. Nel complesso, gli spazi saranno riconfigurati per ospitare eventi e incontri. Il percorso del museo prevede anche materiali multimediali e l'utilizzo di tecnologie interattive, per far scoprire ai visitatori tattiche e tecniche di gioco e per testare le abilita' cestistiche.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Museo del basket, inaugurazione attesa per fine anno. Ecco come sarà trasformato il Paladozza

BolognaToday è in caricamento