Mercoledì, 17 Luglio 2024
Sport

Basket, Umana follia Virtus: ko a Venezia

La Virtus, in trasferta a Venezia (sul campo di Treviso), perde e si fa superare dal gruppo formato da Venezia, Pesaro, Sassari e Milano, restando settimo a 30 punti

La Canadian Solar gioca una bella partita ma l'ultimo quarto e una Venezia che non molla mai, rovinano i piani della squadra bolognese. Venezia, parte forte grazie a Szewczyk, che segna 11 punti solo nel primo quarto (la Reyer ne segna 20 il primo quarto), ma la Virtus, dopo essere andata sotto di 10, recupera e arriva al -5. nel secondo quarto, Bologna recupera e supera Venezia, andando sopra di 9 punti, grazie a Sanikidze, Gigli e CDR. Il primo tempo termina 33-25 per gli ospiti. Il terzo quarto comincia bene per Venezia, che recupera, arrivando al -3 ma Koponen e Sanikidze la rispediscono indietro a -9 (40-49). Durante questo quarto, il pubblico di Venezia, arrabbiato per alcune scelte arbitrali lancia in campo acqua e palline di carta, che costringono gli arbitri a sospendere il gioco per circa un minuto. Il quarto quarto è il più bello della partita. Venezia recupera e si gioca punto a punto fino alla fine. La Virtus perde per 5 falli CDR a metà quarto. Questo porterà la squadra di casa alla vittoria, mentre per la Virtus c'è l'ennesima sconfitta esterna. L'incontro termina 71-66

La Virtus continua a perdere in trasferta e a perdere terreno in classifica, mentre Venezia vola al quarto posto insieme a Pesaro, Sassari e Milano. Da registrare una brutta partita di Gailius. Evidentemente le voci di un possibile taglio in settimana, hanno condizionato la sua partita. Brutta prestazione anche per Peppe Poeta; il play di Battipaglia non è mai realmente entrato in partita. Netti miglioramenti, invece, per Luca Vitali e Kris Lang. A fine partita, il coach bianconero Finelli commenta cosi la partita: “Per vincere qui serve continuità sui quaranta minuti, a noi questa continuità è mancata. Abbiamo fatto grandi cose in tre quarti, l’ultima frazione di gioco ci ha visti cedere alla tensione. Non siamo stato lucidi, noi cercavamo una gara di spessore dopo Sassari e la partita di spessore c’è stata, però non abbiamo saputo concretizzare questa buona prestazione. In questa partita sono pesati gli errori da dentro l’area”. Il presidente bianconero Sabatini, invece, parla di una prova di orgoglio della squadra ma vuole più continuità per centrare l'obiettivo del 4°-6° posto. Se questa squadra vuole arrivare ai playoff in una buona posizione deve iniziare a vincere qualche partita fuori casa e non bastano di certo le vittorie in casa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Basket, Umana follia Virtus: ko a Venezia
BolognaToday è in caricamento