Sport

Virtus Bologna-Happy Casa Brindisi 78-75. Le Vu nere raggiungono la finale

Dopo quattordici anni la Virtus Bologna torna in finale scudetto, e lo fa vincendo gara 3 contro una temeraria Happy Casa Brindisi. Partita incredibile di Teodosic, che con 29 punti si guadagna la palma di MVP della gara

Dopo 224 giorni e 23 partite casalinghe torna finalmente il pubblico alla Segafredo Arena di Bologna. E lo fa nella migliore delle occasioni: la Virtus Bologna vince gara 3 nella serie contro la Happy Casa Brindisi e torna, dopo quattordici anni, in finale Scudetto. Una partita non adatta ai deboli di cuore quella vinta dagli uomini di Djordjevic, che dopo essere stati sotto per larghi tratti di gara riescono a emergere grazie, soprattutto, alla prestazione incredibile di Milos Teodosic, assoluto MVP della partita con 29 punti segnati. Appuntamento a lunedì 7 giugno, quando in gara 1 la Virtus giocherà la sua 13^ finale della sua storia. 

Virtus Bologna-Happy Casa Brindisi, la cronaca della partita

I primi tre attacchi di Brindisi e di Bologna vanno a vuoto, complice probabilmente la tanta tensione in campo acuita dalla presenza dei tifosi. Il primo canestro lo segna la Virtus con Gamble, che schiaccia sfruttando un evidente errore della difesa ospite. Tanti errori nei primi tre minuti di gara per la Segafredo e subito la Happy Casa ne approfitta: Perkins da tre e poi 2/2 di Harrison dalla lunetta. Errore sotto canestro e poi dall’arco per le Vu nere e Brindisi segna ancora, tracciando la mini fuga con il +5 a 5’40” dalla fine di quarto. Entra Teodosic e mette subito in mostra le sue doti da illusionista: prima dall’arco, poi con un gioco da tre punti e infine dalla lunetta riporta i suoi sul 9 pari. Punti e soprattutto errori, da una parte e dall’altra, fino alla fine del primo quarto, che Brindisi chiude con la bomba da tre di Harrison che vale il parziale 13-17.
Iniziano i secondi dieci minuti e Brindisi firma il parziale di +5, ancora impreziosito con una tripla di Harrison, per un totale di +9 che costringe Djordjevic al primo time out del match. Teodosic da tre ferma l’avanzata della Happy Casa, ma gli ospiti – con l’ennesimo canestro da tre da parte di Harrison – danno chiari segnali di battaglia. Ci pensa Gamble a evitare la doppia cifra di svantaggio per la Segafredo, riuscendo anche a disinnescare un paio di pericolose transizioni degli uomini di Vitucci. Ancora Teodosic, poi un errore una stoppata della difesa di Brindisi e un’apertura sbagliata di Weems riportano l’inerzia della partita dalla parte dei pugliesi, costringendo Djordjevic ad un altro time out. Si va all’intervallo con Teodosic che fa 2/2 dalla lunetta e con il parziale di 37-40. 

Virtus e Fortitudo insieme contro il Covid | VIDEO

Il terzo quarto si sblocca solamente dopo 2’30”, ancora con il solito Teodosic che porta i suoi a -1. Tre stoppate subite dalla Virtus sottolineano la cattiveria agonistica messa in campo da Brinsidi che giocando di squadra torna sul +5. Salgono i giri della partita e Weems sale sul piedistallo: prima da tre, poi due da due e punteggio fissato sul pari. Le Vu nere sciupano una transizione ma guadagno due tiri liberi e Abbas li segna entrambi: la Virtus torna avanti, ma la tripla di Bell riporta la Happy Casa sul +1. Rovesciamento di fronte e sono ancora tiri dalla lunetta per Bologna: Belinelli fra 3/3, segnando i suoi primi punti del match. Poi Hunter e Markovic a segno per le Vu, Udom per Brindisi e si chiude il terzo periodo sul 55 a 53 per i padroni di casa. 
L’ultimo e decisivo quarto si apre con una bella premessa: finalmente Belinelli dal campo e, soprattutto, da 3. È +5 Virtus. Poi blackout dei padroni di casa e in 2’ la Happy Casa firma il parziale di 0-8. A 6’ dalla fine è ancora Belinelli da 3 per il momentaneo pareggio, poi Teodosic firma il +2 Virtus ma la tripla di Gaspardo obbliga Djordjevic all’ennesimo time out. Ancora il Mago con la bomba da tre per il pari a 3’ dalla fine e risultato totalmente in bilico. Anche dalla lunetta Teodosic non si fa pregare, facendo 2/2 e portando la Segafredo sul +2. Poi errore di Hunter in schiacciata ma l’ex Panathinaikos guadagna un tecnico: due ne fa l’americano e uno lo segna ancora un commovente Teodosic. A 1’50” dalla fine è +5 Virtus Bologna. Accorcia Brindisi con Gaspardo ma i due tiri dalla lunetta segnati da Belinelli chiudono la partita sul 78 a 75. Le Vu nere tornano ufficialmente in finale dopo quattordici anni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Virtus Bologna-Happy Casa Brindisi 78-75. Le Vu nere raggiungono la finale

BolognaToday è in caricamento