rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Volley

B1. La Clai Imola può sognare in grande: espugnata Corridonia con grande autorità

Netto 3-0 per le ragazze di coach Caliendo che possono godersi il momentaneo terzo posto in classifica

La Csi Clai Imola espugna con grande autorità il difficile parquet di Corridonia (MC) e ottiene così la seconda vittoria consecutiva in trasferta per la prima volta in questa stagione.  Le ragazze di Nello Caliendo hanno giocato un match di spessore dimostrandosi solide e compatte dal primo all’ultimo pallone, al cospetto di un avversario di valore e molto temibile. Quello che ha impressionato maggiormente è l’attitudine mentale del gruppo imolese, che ha affrontato questo impegno con la giusta determinazione dimostrando di aver finalmente raggiunto quella maturità che potrebbe diventare un fattore chiave nelle prossime settimane. Eccellente la prova di tutto il collettivo, in grado di sfoderare una prestazione difensiva di altissimo livello e di commettere pochissimi errori nell’ora e mezza di gioco del PalaMattei

Il muro ha fatto la differenza e si è nuovamente rivelato l’arma in più per le santernine, che allo stesso tempo hanno fatto segnare percentuali degne di nota anche nella fase di attacco. Imola ha sempre condotto le danze senza tentennamenti e non ha mai dato alle avversarie il reale sentore di poter ribaltare l’esito finale dell’incontro. Nel primo set, dopo un iniziale equilibrio, la Clai ha piazzato con veemenza il break decisivo. Fondamentali in questo frangente sono stati alcuni salvataggi miracolosi di Alessia Mastrilli, come sempre impeccabile, e la grande efficacia offensiva di Benedetta Rizzo, top-scorer di serata con ben 15 palloni messi a terra. Corridonia non è sembrata impeccabile in ricezione, mentre Imola ha sfruttato ogni possibile occasione per scavare lentamente un piccolo solco fra sé e le avversarie.

Nonostante gli sforzi profusi per recuperare il parziale, le padrone di casa non sono mai riuscite a mettere davvero pressione alla Clai, che ha chiuso sul 25-20 grazie ad uno spettacolare attacco finale del suo talentuoso opposto Sofia Moretto. Il secondo set è stato probabilmente il più equilibrato fra quelli giocati. Una lunga serie di sorpassi e contro-sorpassi ha reso il parziale davvero molto avvincente, nonostante in campo si siano registrati parecchi errori da parte di entrambe le formazioni. Sicuramente l’importanza della posta in palio ha condizionato le giocatrici, che hanno combattuto su ogni palla senza mai risparmiarsi. Imola è stata però più lucida nel momento cruciale. Sul 21-21, è infatti arrivato lo strappo decisivo della Clai, che grazie alla conquista di 4 punti consecutivi si è portata meritatamente sul doppio vantaggio. Nel terzo set, la resistenza di Corridonia è durata poco.

Il gruppo di Mauro Messi è rimasto in partita soltanto qualche minuto e non ha potuto fare altro che alzare bandiera bianca quando Missiroli e socie hanno nuovamente spinto sull’acceleratore. Sostenute da un muro granitico, le atlete imolesi hanno piazzato un altro parziale devastante che ha completamente sgretolato le residue speranze delle maceratesi di tornare in partita. Dal 12-14, in un lampo la Clai si è portata sul 12-20. A quel punto, è apparso chiaro a tutti che la vittoria fosse ormai in ghiaccio. Il 16-25 finale fotografa in maniera nitida la netta supremazia della squadra di Caliendo, che torna così dalla trasferta marchigiana con 3 punti di straordinaria importanza. Il tabellino del match:

CORPLAST CORRIDONIA-CSI CLAI IMOLA 0-3 (20-25; 21-25; 16-25) 

CORRIDONIA: Gobbi 14, Salvatori 2, Zannini (L1), Mercanti ne, Paparelli 1, Patrassi, Grilli 9, Partenio 1, Romani ne, Giorgi, Rita 3, Borsella (L2) ne, Gatta 3. All: Messi 

IMOLA: Telarini (L2) ne, Arcangeli ne, Cavalli 3, Tasholli, Cammisa 7, Folli ne, Migliorini 7, Mastrilli (L1), Curti ne, Ndiaye ne, Missiroli 13, Moretto 11, Rizzo 15. All: Caliendo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

B1. La Clai Imola può sognare in grande: espugnata Corridonia con grande autorità

BolognaToday è in caricamento