rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Utilita

Tempo di abbandono e animali investiti: soccorrere cani e gatti per strada è obbligatorio

In base al Nuovo Codice della Strada, è obbligatorio, per gli utenti della strada, soccorrere gli animali vittime di incidenti. Un progetto provinciale garantisce il servizio di soccorso. Qui tutte le info

Dopo gli abbandoni di cani e gatti nel periodo estivo (oltre il danno, la beffa), spesso i poveri animali, rimasti a vagare senza punti di riferimento, rimangono vittime di incidenti stradali.

In base alle modifiche introdotte dal Nuovo Codice della strada, è obbligatorio, per ogni utente della strada, soccorrere gli animali vittime di incidenti stradali. Comma 9bis - art. 189 Decreto Legislativo N. 285 del 30/04/1992: “in caso di incidente comunque ricollegabile al suo comportamento, da cui derivi danno a uno o più animali d'affezione, da reddito o protetti, ha l'obbligo di fermarsi e di porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso agli animali che abbiano subìto il danno. Chiunque non ottempera agli obblighi di cui al periodo precedente è punito con la sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 389 a euro 1.559. Le persone coinvolte in un incidente con danno a uno o più animali d'affezione, da reddito o protetti devono porre in atto ogni misura idonea ad assicurare un tempestivo intervento di soccorso. Chiunque non ottempera all'obbligo di cui al periodo precedente è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 78 a euro 311. (4)

COSA FARE. Su tutto il territorio provinciale l'utente della strada dovrà chiamare o direttamente il Servizio Veterinario dell'AUSL, oppure i Carabinieri o la Polizia Provinciale o la Polizia Municipale, che contatteranno il Medico Veterinario dell'AUSL reperibile per zona. Il Medico Veterinario dell'AUSL interverrà sul luogo dell'incidente, garantendo il primo soccorso, quindi valuterà la necessità di predisporre il trasferimento dell'animale presso una struttura medica veterinaria per il proseguimento delle cure.

COSA NON FARE. Considerando che l'animale sarà con ogni probabilità impaurito e dolorante, evitare di avvicinarsi e toccarlo se non si possiede la necessaria preparazione: potrebbe diventare pericoloso sia per il soccorritore che per l'animale traumatizzato, per il rischio di aggravarne le condizioni. Non trasportare di propria iniziativa il cane o gatto presso una Struttura Medica Veterinaria, senza avere informazioni circa le eventuali Convenzioni stipulate dal Comune sul cui territorio si è verificato l'incidente stradale: il rischio è quello di vedersi addebitare le spese conseguenti alle cure.

COSTI. Nel caso in cui l'incidente stradale coinvolga cani e gatti, qualora non si risalga ad un proprietario, il Comune sul cui territorio si è verificato il sinistro, si dovrà far carico, in base alla recente normativa ( v. L. 27.12.2006 n. 298 e Ordinanza del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche sociali del 16 luglio 2009, n. 40536 e nota del Ministero della salute del 4.8. 2010), delle spese conseguenti al soccorso dell'animale.

PROGETTO DELLA PROVINCIA. In collaborazione con il Dipartimento di Scienze Mediche Veterinarie dell'Università di Bologna e con l'Area di Sanità Pubblica Veterinaria dell'Az. USL, la Provincia ha messo in atto un progetto sperimentale di Pronto Soccorso per cani e gatti, che garantisce il servizio di assistenza agli animali e offre ai Comuni del territorio la possibilità di fruire di condizioni tariffarie agevolate. Inoltre ha stipulato una convenzione con due Associazioni di volontariato presenti sul territorio, che provvederanno al trasporto degli animali incidentati: sul territorio della provincia di Bologna alcuni Comuni hanno aderito a questa Convenzione, altri hanno stipulato Convenzioni con Strutture Mediche Veterinarie private, e con Associazioni o ditte private per il servizio di trasporto degli animali presso le strutture stesse (La sperimentazione durerà fino al 31/12/2013).

STRUTTURE. E' importante che il cane o il gatto incidentato vengano condotti nella struttura con la quale è convenzionato il Comune in cui si è verificato il sinistro: sarà il Medico Veterinario dell'AUSL intervenuto sul luogo dell'incidente che allerterà l’Ospedale Veterinario del Dipartimento di Ozzano, nel caso il Comune sul cui territorio si è verificato il sinistro abbia aderito alle condizioni previste dalla convenzione, o altro Ambulatorio Veterinario, nel caso il Comune abbia attivato una diversa convenzione, e contatterà l'Associazione di volontariato reperibile (L.I.D.A. o l'associazione E.N.P.A. sezione di Bologna), o altra associazione/ditta, nel caso il Comune abbia attivato una diversa convenzione, per concordare il trasporto dell’animale, con i propri volontari adeguatamente formati.

ANIMALI CON E SENZA PROPRIETARIO.  Qualora l’animale risulti avere un proprietario, l'Ospedale Veterinario lo contatterà entro le 24 ore dalla presa in carico, per l’assunzione della responsabilità delle ulteriori cure necessarie. Qualora non fosse possibile rintracciare il proprietario, o non sia possibile identificarlo (in quanto l'animale risulta privo di microchip o tatuaggio), dopo le 24 ore, l'Ospedale contatterà il Comune sul cui territorio è avvenuto l'incidente stradale, per condividere il percorso terapeutico.

FAUNA SELVATICA. COSA FARE. Anche per incidenti stradali che coinvolgano fauna selvatica, su tutto il territorio provinciale, l'utente della strada dovrà chiamare o direttamente il Servizio Veterinario dell'AUSL, oppure i Carabinieri o la Polizia Provinciale o la Polizia Municipale, che contatteranno il Medico Veterinario dell'AUSL reperibile per zona, che attiverà la procedura di intervento specifica prevista per questi animali.

NUMERI UTILI. AUSL: Distretto di Casalecchio - Bazzano, Casalecchio di Reno, Castello di Serravalle, Crespellano, Monte San Pietro,  Monteveglio, Sasso Marconi, Savigno, Zola Predosa - ufficio di Casalecchio 051596862 - reperibilità notturna e festiva 3486555821

CARABINIERI (Stazione di Crespellano): tel. 051/964105

POLIZIA PROVINCIALE: tel. 051/6599599

POLIZIA MUNICIPALE (Corpo Unico Valle del Samoggia): tel. 051/833537

PRONTO SOCCORSO OSPEDALE VETERINARIO DEL DIPARTIMENTO DI SCIENZE MEDICHE VETERINARIE: Via Tolara di Sopra 50 - Ozzano dell'Emilia tel. 0512097420 - reperibilità notturna e festiva cell. 320/5797777 https://www.ospedaleveterinario.unibo.it/

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tempo di abbandono e animali investiti: soccorrere cani e gatti per strada è obbligatorio

BolognaToday è in caricamento