rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Salute San Vitale / Via Giuseppe Massarenti

Sanità, se lo studio dentistico diventa una Spa: la rivoluzione parte da Bologna

L'idea alla base dell'innovativo 'concept' di Microdent, dental Spa, volta a stravolgere lo stereotipo del dentista, curando i pazienti in un ambiente rilassante ed accogliente. Così accade nello studio di via Massarenti, guidato da Simone Stori

Uno studio dentistico come una spa, dove meditare, rilassarsi, staccare la spina. Non è utopia, è l'obiettivo di Microdent, la Dental Spa di via Massarenti (il primo studio dentistico in Italia che ha anche una spa al suo interno), voluta da Simone Stori - 31enne bolognese laureato in Odontoiatra- responsabile dello studio ma anche creatore di "Float yout mind", che si occupa del cosiddetto metodo di "galleggiamento". Di che si tratta? Il paziente entra in una "stanza di galleggiamento" o di "deprivazione sensoriale", una forma di meditazione molto diffusa in America e Nord Europa ma ancora nuovissima in Italia.

RELAX E MEDITAZIONE. COME E PRECHE’ FUNZIONA. In sintesi si tratta di una piccola stanza-vasca chiusa tutto intorno, in cui si entra e ci si immerge: ci sono 30 centimetri d'acqua (a 37 gradi) in cui sono sciolti 400 chilogrammi di sale di  magnesio, per cui l'effetto di galleggiamento è immediato e potentissimo.  "Quando ci si immerge c'è la musica e sopra di sè un cielo stellato, ma dopo pochi minuti si passa al buio e al silenzio totale, proprio per azzerare i cinque sensi e privilegiare la sfera emotiva e psicologica", spiega Stori. "Passare un'ora  dentro la stanza di galleggiamento equivale a quattro ore di sonno profondo- prosegue- è una pratica molto diffusa e utilizzata da psicologici, artisti e sportivi, c'è chi la usa per meditare e chi ne trae giovamento per il recupero dopo i traumi", spiega ancora il dentista.
Complessivamente, il trattamento dura un'ora e mezza e ha un costo di 65 euro. La novità portata a Bologna da Stori sembra funzionare, anche se i galleggiatori fino a oggi sono arrivati soprattutto da fuori regione se non da fuori Italia.

PIONIERI IN ITALIA. "In Italia ci sono in tutto una decina di posti che hanno questa vasca, ma spesso il trattamento non viene proposto nel modo giusto- spiega ancora Stori- è un mezzo molto più potente di quello che può sembrare, ci sono stati casi di persone scappate in strada nude per l'effetto che ha avuto su di loro. Noi abbiamo previsto un percorso di accompagnamento al galleggiamento". Che prevede un colloquio iniziale e poi un successivo, con tanto di tisana rilassante.
"Ormai siamo nell'ordine di sei-sette galleggiamenti a settimana, ma speriamo di aumentare. Qui in Italia è un trattamento ancora poco conosciuto, ma in Germania e Olanda ci sono centinaia di centri di galleggiamento", spiega Stori, che ha dato vita a 'Float your mind' "proprio con lo scopo di creare una cultura del galleggiamento in Italia".  

STRAVOLGERE LO STEREOTIPO DEL DENTISTA CON UN CONCEPT SUI GENERIS. Il mal di denti, il rumore del trapano, il classico odore e la sala d'attesa con i quadri raffiguranti denti e dentisti all'opera. E' quello che viene in mente a tutti quando si pensa al dentista, incubo ricorrente e stereotipo di sofferenza. Ma (forse) qualcosa cambia se le poltrone sono comode, se si ha un cuscino sotto al collo e durante i trattamenti si può guardare un film o ascoltare la musica preferita. Se al posto dell'ambulatorio c'è una "suite", con tanto di immagini naturali alle pareti, e se ad accogliere al posto della segretaria c'è una professionista dell'accoglienza che chiede com'è andato il matrimonio e fornisce biglietti del bus e audioguide per fare un giro in centro mentre la moglie cura i denti. Funziona così a Microdent, che il suo creatore ha ribattezzato una "Dental spa", ovvero un "albergo a cinque 5 stelle dei dentisti", con tutti i comfort e una cura del cliente (considerato "un ospite") degna di una struttura extralusso.
"L'obiettivo era stravolgere lo stereotipo del dentista e offrire terapie, anche le più complesse, mettendo i pazienti a proprio agio e dando loro serenità", spiega Stori. Al di là delle "coccole" al paziente (dall'aromaterapia in sala d'attesa ai massaggi alle mani con i guanti di paraffina), infatti, la Microdent fa della tecnologia più avanzata il suo punto di forza.
Specializzati nella cura della parodontite, comunemente nota come "piorrea" (malattia dovuta a un'infezione, che fa cadere i denti e colpisce il 60% degli italiani, a volte anche in giovane età), gli specialisti di Microdent affrontano questa patologia con un approccio nuovo.
"Il 90% dei colleghi non ha soluzione per questo problema, si tende a togliere i denti con troppa facilità, proponendo impianti o dentiere, oppure si fanno interventi molto invasivi", spiega Stori. Microdent, invece, oltre ad utilizzare tecnologia ultraspecialistica (si lavora sempre con il microscopio e si utilizza molto il laser, minimamente invasivo), affronta la patologia con un metodo differente: "Prima studiamo la situazione del paziente, dal punto di vista dei batteri e del sistema immunitario, poi impostiamo la cura nel modo più appropriato e infine, a posteriori, andiamo a verificare se ha funzionato".

"MENO CHIRURGIA E RISPARMIO A LUNGO TERMINE". Questo metodo, prosegue Stori, "riduce la chirurgia al 5%" e viene incontro alle esigenze dei pazienti, che per ora arrivano per lo più da fuori provincia e fuori regione. "Arrivano qui delle persone disperate, come un ragazzo di 28 anni a cui era stata preventivata un'estrazione globale e la dentiera, sostenendo non ci fosse rimedio. Noi gli abbiamo tolto quattro denti in tutto e lo stiamo curando". Le tariffe? "Se è vero che una terapia può costare anche 4 o 5 mila euro, c'è da dire che ogni singolo impianto, sul mercato, costa 2-2.500 euro. Quindi a lungo termine il nostro approccio diventa più economico- spiega il dentista- senza contare che è sempre meglio mantenere dove possibile la dentatura del paziente". Per gli interventi di normale routine, poi, "le tariffe dello studio sono in linea con quelle delle altre cliniche dentistiche". E i comfort, dai massaggi alle mani alla possibilità di guardare dei film durante le sedute di laser terapia fino alla bevanda personalizzata servita al termine della cura, "sono gratuiti

LA STRUTTURA. La Microdent conta 15 dipendenti, pressochè tutti giovani: oltre a Stori e alla mamma dentista, ci sono altri due medici, due igienisti, un impiantologo e un ortodonzista. All'occorrenza, per le situazioni più delicate, è presente un anestesista. Ci sono poi le assistenti alla poltrona, la 'customer care' che accoglie i clienti all'arrivo (per ognuno viene fatta una scheda personalizzata) e anche un'estetista. Sì perché all'interno di Microdent c'è anche una piccola spa, di 30 metri quadrati, che si può affittare privatamente per una o due ore.
"Ho sempre adorato le spa e ho avuto l'idea di metterne una dentro lo studio dentistico", spiega Stori. "E' una private spa, a Bologna non ne esistono altre. Chiunque la può affittare, coppie o persone da sole, e può usufruirne in totale relax, senza fare le corse per accaparrarsi il lettino o fare la fila per il bagno turco", dice il dentista. Le tariffe vanno da 50 a 70 euro a ore, la spa è aperta di giorno e al giovedì sera, con possibilità di avere a noleggio accappatoi e costumi.
(Agenzia Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanità, se lo studio dentistico diventa una Spa: la rivoluzione parte da Bologna

BolognaToday è in caricamento