Giovedì, 23 Settembre 2021
Salute

Zanzare, cosa le attira? Birra, alcol, ma non solo. Ecco come evitarle!

La nostra esperta Sara Behfar prosegue con i consigli per evitare o rimediare agli inconvenienti dell'estate: dopo gli eritemi e la tintarella,ecco le punture fastidiosissimi degli insetti e come fare per prevenirle e curarle

Prosegue la rubrica "salute" con la nostra esperta Sara Behfar: questa volta parliamo di uno dei fastidi più grossi dell'estate, le punture di zanzara. "L'estate oltre a portarci tanto sole, relax e divertimento, ci costringe a fare i conti con le punture di zanzare,capaci di diventare davvero un grande fastidio".

Ma perchè le punture delle zanzare sono così fastidiose? "Perchè in seguito alla puntura il  nostro organismo rilascia un mediatore chimico che si chiama istamina, coinvolto in fenomeni allergici ed infiammatori. A sua volta l'istamina fa in modo che si attivi una vaso-dilatazione  che porta la comparsa di rossore e la formazione del pomfo. Le punture di zanzare non vanno sottovalutate, poiche' spesso il prurito porta a grattarsi eccesivamente e questo eccessivo grattarsi puo' condurre anche a sanguinamento e comparsa d'infezioni: particolare attenzione va rivolta ad anziani e bambini, che hanno una pelle piu' delicata".

Ma come evitare che le zanzare ci pungano? "Prima di tutto se ci si trova in ambienti chiusi, come luoghi di lavoro o appartamenti, un'accortezza utile e' quella di munire le finestre di zanzariere, un validissimo rimedio strutturale, mentre per l'esterno un valido repellente è la citronella, nelle sue varie forme. Un ottimo rimedio naturale e' poi il ledum palustre, un rimedio omeopatico che si trova in piu' forme, granuli, tinture, spray ecc....il ledum svolge la sua azione direttamente sul sangue: fa in modo che con la sudorazione si emani un odore che non attira le zanzare, ma anzi le tenga lontane. Si puo' usare anche su i più piccoli nella forma di spray o salviette imbevute, puo' essere utilizzato sia sulla pelle che sui loro vestiti e sul tessuto delle carrozzine, mentre gli adulti normalmente assumono i granuli nelle varie concentrazioni o per chi mon gradisce assumere niente per via orale c'e' la tintura madre da utilizzare solo al bisogno, se si va in posti ad alta concentrazione di zanzare oltre l'assunzione per via orale e' necessario usare il ledum anche topicamente".

IL BRACCIALETTO REPELLENTE. "Un altro rimedio puo' essere il braccialetto a base estratti vegetali repellenti per le zanzare, esistono sia per adulti che bambini. Di fondamentale importanza è anche l'alimentazione, bisogna evitare di bere bevande alcoliche e birra , sembra che le zanzare siano attratte dall'odore emanato da chi assume queste bevande, rimane sempre buona abitudine nei mesi molto caldi bere tanta acqua, mangiare frutta e verdura ed eliminare cibi di difficile digestione e molto calorici. Se nonostante tutti le precauzioni si viene punti ugualmente per alleviare il prurito si puo' usare la calendula gel o crema, oppure usare le tinture di ledum palustre, calendula e apis , piuttosto che tamponare con de ghiaccio avvolto in un fazzoletto il pomfo, solo nei casi piu' gravi dove la puntura di zanzara non attenua i suoi sintomi si puo' usare una crema a base di  cortisone  previo consiglio o prescrizione del medico o del farmacista".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanzare, cosa le attira? Birra, alcol, ma non solo. Ecco come evitarle!

BolognaToday è in caricamento