menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Influenza in arrivo: al via la campagna di vaccinazione

Si parte il 7 novembre: le vaccinazioni gratuite sono effettuate dal medico e dal pediatra di famiglia e dai Servizi delle Aziende Usl

Al via lunedì 7 novembre la campagna di vaccinazione gratuita contro l'influenza del Servizio sanitario regionale, con l'obiettivo di "proteggere da gravi complicanze le persone più a rischio, in particolare bambini e adulti con malattie croniche, persone a partire dai 65 anni di età e donne in gravidanza", rende noto la Regione che ha approntato 735mila dosi. 

QUANDO VACCINARSI E A CHI RIVOLGERSI. Il periodo più opportuno è tra novembre e dicembre, "perchè i picchi epidemici si raggiungono tra gennaio e febbraio". Le vaccinazioni sono effettuate dal medico e dal pediatra di famiglia e dai Servizi vaccinali delle Aziende Usl.

"Non farti influenzare. Proteggi la tua salute": è lo slogan della campagna regionale di informazione rivolta ai cittadini, per sensibilizzarli sul programma di vaccinazione. La campagna prevede la diffusione di una locandina, che quest'anno viene distribuita anche nei Centri anziani dell'Emilia-Romagna, oltre che negli ambulatori dei medici e pediatri di famiglia, negli ambulatori vaccinali, nelle altre sedi dei servizi delle Aziende sanitarie e nelle farmacie. Informazioni anche su ER Salute, il sito web del Servizio sanitario regionale dell''Emilia-Romagna, all''indirizzo https://salute.regione.emilia-romagna.it/influenza. E'' possibile inoltre chiamare il numero verde gratuito del Servizio sanitario regionale 800 033 033: gli operatori rispondono tutti i giorni feriali dalle 8.30 alle 17.30, il sabato dalle 8.30 alle 13.30.

L'influenza "non va sottovalutata - sottolinea l'assessore alle Politiche per la salute, Sergio Venturi - perchè può essere pericolosa, soprattutto per chi è più fragile e compromesso. Nel 2015 ha colpito oltre mezzo milione di persone, l'11% della popolazione dell''Emilia-Romagna, per cui diventa ancora più importante raggiungere ampi livelli di copertura vaccinale. Mi rivolgo inoltre - ha aggiunto Venturi- ai nostri medici e ai nostri infermieri che ogni giorno sono impegnati con passione e professionalità nella cura delle persone malate: vaccinatevi, proteggete voi stessi dal rischio di infezione perchè significa proteggere il vostro lavoro quotidiano e proteggere le persone malate con cui siete in stretto contatto". 

I DATI DEGLI ULTIMI ANNI. In Emilia-Romagna i casi gravi sono stati 30, con 6 deceduti: il vaccino gratuito era rivolto a 26 di queste persone, ma a vaccinarsi sono state solo 6. L''inverno precedente, i casi gravi erano stati 169, con 54 deceduti. Complessivamente, lo scorso anno le persone vaccinate sono state 690.789, +4% rispetto all'anno precedente. Gli anziani vaccinati (a partire dai 65 anni) hanno rappresentato il 51,5% del totale (il 50% l'anno precedente); fino al 2010 questo dato era oltre il 73%. In lieve aumento (+5%) le vaccinazioni delle persone con patologie croniche (con meno di 65 anni). (agenzia dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Salute

Più sedentari causa smartworking e Dad. La personal trainer "L'esercizio fisico è un 'farmaco', può previene malattie croniche"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento