Medicina: limiti di velocità e nuovi autovelox nei centri abitati

Nuovi presidi di sicurezza stradale saranno collocati all'ingresso di alcuni centri abitati del Comune di Medicina, con il limite di velocità a 50 km orari

Nuovi presidi di sicurezza stradale saranno collocati all'ingresso di alcuni centri abitati del Comune di Medicina, con il limite di velocità a 50 km orari, individuati come particolarmente pericolosi dalla Polizia municipale e dall'Ufficio Viabilità del Comune. 

Nello specifico gli autovelox verranno posizionati a Fiorentina (ingresso del centro abitato direzione Medicina), a Crocetta (direzione Medicina), a Fossatone (direzione Bologna), a Ganzanigo (direzione Medicina) e a S.Antonio (all'ingresso del centro abitato su via Idice e all'ingresso del centro su via Cappelletti). Lo rende noto la Segreteria del Sindaco. 

Decisione presa "in accordo con le Consulte territoriali delle varie Frazioni comunali – spiega l’assessore ai Lavori Pubblici Matteo Montanari -. Il percorso è stato abbastanza lungo perché le strade individuate, a parte via Fiorentina, sono di proprietà della Città Metropolitana di Bologna alla quale è stata chiesta la necessaria autorizzazione. Inoltre è necessario attenersi a tutta una serie di norme del codice della strada che se non rispettate possono prestare il fianco a ricorsi".  

Nelle prossime settimane il manutentivo del Comune procederà all'installazione dei box velox e la Polizia Municipale avrà modo di programmare una presenza periodica per monitorare e sanzionare i trasgressori. 

“Per vari motivi i centri abitati che rischiano di essere meno tutelati sono quelli delle Frazioni – interviene il sindaco Onelio Rambaldi -. Intanto alcune Frazioni sono distanti dal Capoluogo e con il personale a disposizione non è facile poter avere presenze costanti su tutto il vasto territorio medicinese. Inoltre le nostre Frazioni sono quasi tutte attraversate da strade provinciali e quindi per definizione strade di scorrimento, con caratteristiche diverse da quelle urbane”.  

“Date le risorse a disposizione e le normative vigenti - continua il sindaco - stiamo facendo vari tentativi per aumentare la sicurezza sulle nostre strade, ma tutto questo è ovviamente inutile se ciascuno di noi non capisce quanto possa essere pericoloso guidare con distrazione, al telefono o peggio pensando di essere in un autodromo. Sulla velocità l'Amministrazione ha chiesto a Carabinieri e Polizia Municipale di essere inflessibili”. Il costo dell’operazione si attesta sui 6000 euro per l'acquisto dei box velox, ai quali aggiungere i costi di installazione e della cartellonista sostenuti dal Manutentivo del Comune.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 2 luglio: metà dei nuovi contagi a Bologna

  • Oroscopo di luglio segno per segno: il Leone è il più favorito dalle stelle

  • Covid-19, il bollettino di oggi: nuovo decesso e 51 nuovi positivi

Torna su
BolognaToday è in caricamento