Castel Maggiore: scoperto falso agopuntore, tasse evase per 500mila euro

La frode emersa durante controlli della Guardia di Finanza. In uno studio ritrovati agenda con pagamenti e stumenti di lavoro

La Guardia di Finanza di Bologna ha scoperto in provincia un agopuntore che operava in maniera del tutto abusiva. L’uomo, di nazionalità cinese, esercitava di fatto la propria attività senza avere una laurea in medicina né essere in possesso di alcun titolo o abilitazione riconosciuto dallo stato italiano, presupposto imprescindibile per l’esercizio della pratica dell'agopuntura.

In particolare, i militari del II Gruppo di Bologna hanno avuto modo di osservare, nel corso di una serie di preliminari servizi di appostamento, come il sedicente medico “agopuntore”, ricevesse abitualmente i propri clienti durante la settimana (dal lunedì al venerdì) fin dalle prime ore del mattino nel proprio studio sito in Castel Maggiore.

Al termine dei riscontri, i finanzieri hanno eseguito un accesso ai fini fiscali presso lo studio del soggetto, nel corso del quale, oltre a rinvenire tutte le strumentazioni necessarie per l’esercizio dell’attività medica, durante le ricerche documentali, è stata trovata un’agenda, ove erano indicati gli appuntamenti svolti con la specificazione dei compensi ricevuti (con o senza ricevuta fiscale) per le prestazioni rese.

E’ stata in questo modo ricostruita un’evasione ai fini delle imposte dirette e dell’Iva di oltre 500mila euro per l’ultimo quinquennio. Il soggetto è stato altresì deferito alla locale Procura della Repubblica per l’esercizio abusivo della professione medica.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’operazione sviluppata dalle Fiamme Gialle bolognesi, si inquadra nelle rinnovate linee strategiche dell’azione del Corpo, volte a rafforzare l’azione di contrasto ai fenomeni illeciti di lotta all’evasione fiscale, nonché ad incrementare ulteriormente la qualità degli interventi ispettivi integrando le funzioni di polizia economico finanziaria con azioni a tutto campo anche, come nel caso di specie, a tutela della salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Frecce Tricolori a Bologna: lo spettacolo il 29 maggio

Torna su
BolognaToday è in caricamento