Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Nel mondo a colori di Maria Concetta, l'artista ottantenne scoperta per strada | VIDEO

Protagonista de 'Il colore di sera' un documentario di Spartaco Capozzi, Margherita Lanzi e Sara Ugolini

 

Questa storia inizia più di vent'anni fa, quando Alfio, uno dei figli di Maria Concetta Cassarà, va in giro per le strade di Bologna a vendere i quadri dipinti dalla madre. Lei, all'epoca sessantenne, comincia a dipingere quasi per caso, mentre aiuta la nipote più piccola ad ammazzare le ore pomeridiane.  Adesso i suoi disegni sono opere d'arte, già esposte a Torino, Heildeberg e San Marino. 

"Il progetto di questo documentario - scrivono gli autori - nasce dall'incontro tra due appassionati di cinema, una studiosa di outsider art e una signora di 86 anni: Maria Concetta Cassarà, di origine siciliana e che da vent'anni vive a Bologna. 

I suoi quadri realizzati nell’intimità della casa, non avrebbero avuto nessuna visibilità se il figlio Alfio, per racimolare qualche soldo, non si fosse messo a venderli lungo le strade del centro. In questo modo casuale sono arrivati nelle mani di Sara Ugolini, la storica dell'arte che ha scoperto e valorizzato l'opera della pittrice, e in seguito di Margherita Lanzi e Spartaco Capozzi, gli altri autori del film.

'Il colore di sera', che prende il nome dall'abitudine di Maria Concetta di rifugiarsi nei colori all'imbrunire, è in fase di produzione. Dopo un crowdfunding iniziale che ha permesso agli autori di allargare il team, adesso si cerca un produttore.

'Stiamo preparando una scrittura del film più articolata - ci spiega Spartaco, il regista - speriamo di attirare una vera e propria produzione del documentario'.

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento