Concerto Bologna: "Emilia don't cry", Liga scuote il Governo e Diamanti ci mette la maglia

Lo stadio Dall'Ara straripante, quasi in 40 mila. Striscioni tappezzano gli spalti: 'Siamo bravi a raccoglierci'. All'asta la maglia di Diamanti: ricavato in favore dei terremotati

Foto dal concertone - ©TM News Infophoto

Solidarietà, commozione e orgoglio ieri al Concerto per l'Emilia: lo stadio Dall'Ara straripante, quasi in 40 mila a Bologna vicino alle popolazioni colpite dal terremoto. Affollamento già dal primo pomeriggio, alle 21.20 Fabrizio Frizzi, mattatore della serata ha dato il via allo show costellato da tanti big della musica italiana. Striscioni e scritte orgogliose riempiono gli spalti, con frasi del tipo: 'Siamo bravi a raccoglierci' o 'Mirandola si piega ma non si inginocchia. Rialziamoci!"


E' il 'Suono della domenica' di Zucchero a dare il via al concerto. L'entusiasmo solidale è letteralmente esploso al secondo pezzo del cantautore, 'Per colpa di chi'. "Emilia don't cry", "Emilia non piangere", il messaggio del cantautore che ha aperto lo spettacolo.
Poi sul grande palco sotto la curva San Luca duettano Guccini e Caterina Caselli, lontana dalle scene da 42 anni. Cantano i Nomadi, si scatena Raffaella Carrà (VIDEO LIVE). Il ciclone Raffa ha poi invitato "i potenti dell' Italia" ad "alleviare questa burocrazia tremenda nei confronti dell'Emilia e mettere in atto subito tutti i piani d'azione che avete pensato". "Io sono nata a Bologna - ha detto al pubblico -. Mio padre é emiliano, mia madre romagnola. Io sono qui perché voglio che tutti voi abbracciate fortissimamente le persone che ci stanno vedendo ancora sotto le tende, tutto questo è per voi". "Questa sera dobbiamo fare molto, ma molto 'rumore'", ha aggiunto, introducendo così l"hit' che ha poi proposto al pubblico.

Tra musica, cori, commozione, altra 'sferzata' al Governo è giunta da Ligabue. Il rocker prima canta 'Sopra il giorno di dolore che uno ha', poi 'Il meglio deve ancora venire' e fra un pezzo e l'altro, l'invito alle istituzioni a non dimenticare l'Emilia: 'Vogliamo sentirci dire che il giorno più bello deve ancora venire'. Parole accolte da un boato.
Acclamato anche Gianni Morandi, che ha duettato con Gaetano Curreri degli Stadio per rendere omaggio a Lucio Dalla riproponendo il brano del cantautore bolognese scomparso: 'Piazza Grande'. E lo stadio esplode.

Poi arriva la generosità della Nazionale italiana di Calcio, con l'annuncio in diretta: 'Sarà messa all'asta la maglia di Alessandro Diamanti", il calciatore del Bologna che ha messo in rete il goal decisivo per la presenza degli Azzurri in semifinale agli Europei: il ricavato sarà devoluto in favore dei terremotati.
Dopo Samuele Bersani e una nuova dedica al suo mentore 'Lucio Dalla' (VIDEO), sul palco il Governatore Vasco Errani, che promette: 'Non un euro andrà speso se non per scuole o case di chi ha perso tutto per il terremoto. Vi dimostreremo che è possibile fare bene con onestà e determinazione'. A quel punto viene dichiarato l'incasso della serata al Dall'Ara, oltre 1 milione e 9mila euro, l'incasso dalla vendita dei biglietti per assistere al concerto.

Spumeggiante Paolo Belli, che dal palco racconta la sua esperienza diretta: 'Anche io ho vissuto il terremoto, abbiamo sopportato oltre 1500 scosse, non ne possiamo più. Forse non tutti danno sanno che ci sono 14mila persone che dormono in macchina o in tenda. Ma hanno il sorriso sulle labbra, nonostante tutto. E' questo che più mi ha colpito di loro.'
Poi arriva la star tra le più attese della serata, Laura Pausini, che canta con Cesare Cremonini 'Caro amico ti scrivo', ennesimo, toccante omaggio della serata a Dalla. C'erano tutti al Dall'Ara per esprimere affetto e solidarietà ai terremotati. Lucio, in testa.
Il 'Concerto - concluso poco prima dell'una dai Nomadi con 'Dio e' mortò - ha permesso di raccogliere un totale di due milioni e mezzo di euro: al milione di euro raccolto con il biglietto d'ingresso allo stadio, si è aggiunto circa un milione e mezzo grazie agli sms inviati dal pubblico da casa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il figlio di Vasco Rossi Lorenzo si è sposato: tutta la felicità in una foto

  • Grave lutto per Cesare Cremonini: morto il papà Giovanni

  • Lutto all'Alma Mater: morto a 94 anni Alfonso Traina, professore emerito, filologo e latinista

  • Piazzola sospesa per due giorni, gli ambulanti protestano

  • Funerale Giovanni Cremonini, in centinaia per l'ultimo saluto al babbo di Cesare

  • Esce di casa e non torna, trovato di notte nel fiume

Torna su
BolognaToday è in caricamento