Caso di Dengue in Santo Stefano, scatta protocollo anti-contagio

La persona contagiata di ritorno da una vacanza. Interventi di disinfestazione in aree stradali, a partire da questa notte e fino al 3 luglio. La malattia è infettiva ma di solito ha esito benigno

Nella giornata di ieri è stato rilevato un caso importato di Dengue. Ad essere colpita una persona di recente ritorno da un viaggio in aree tropicali, probabilmente residente in zona Santo Stefano. Questa notte verranno attivate le misure di profilassi: è già in corso la disinfestazione, l’area circostante la casa della persona colpita, a Bologna, per prevenire l’insorgenza di eventuali casi secondari.

La zona di trattamento comprende le vie Santo Stefano, Dei Coltelli e Remorsella. Il Comune chiede a tutti i residenti e commercianti della zona di aprire i propri accessi ai tecnici che verranno a effettuare la disinfestazione degli insetti-veicolo, le zanzare ì, in particolare quelle dette 'tigre'. 

Inoltre, si raccomanda di chiudere le finestre durante le ore notturne, in quanto verranno eseguiti interventi di disinfestazione in aree stradali, a partire da questa notte e fino al 3 luglio.

Il Comune chiede inoltre che i soggetti privati "provvedano a trattare con specifici prodotti larvicidi" i pozzetti e i tombini di raccolta delle acque piovane, eliminino l’acqua dai sottovasi e non vengano lasciati secchi o contenitori con l’apertura rivolta verso l’alto, evitando in questo modo il ristagni idrici che possono essere oggetto di sviluppo larvale della zanzara tigre.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La dengue è una malattia infettiva che normalmente ha un decorso benigno con una fase acuta che dura circa una settimana, mentre possono rimanere dolori articolari per alcuni mesi. La terapia è di tipo sintomatico e serve soprattutto a ridurre i dolori. In pochi casi erò può sfociare in febbri emorragiche con crisi circolatorie, fino alla morte.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Coronavirus, bollettino Emilia Romagna: +24 casi e ancora 8 decessi

  • Mercurio dà spettacolo: come e quando osservarlo a occhio nudo

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento