Incidente sul raccordo, morta la donna ferita nello schianto

Assieme a lei anche la sorella e il cognato, che rientravano da un giro in Toscana

E' morta poco dopo l'incidente, ma della notizia si è trovata conferma solo in queste ore. Anna Iocco, 73 anni, originaria di Lanciano, è stata vittima di un incidente mortale nel raccordo tra A1 e A14, schianto nel quale sono rimasti feriti in modo serio anche la sorella Adriana e il cognato Claudio Bomba. Entrambi ora sono al Maggiore di Bologna in Rianimazione e prognosi riservata. Per la signora, già grave al momento dell'arrivo dei soccorsi, non c'è stato più nulla da fare: è deceduta mentre stava venendo ricoverata.

Iocco era conosciuta nella città abruzzese per la sua attività come accolita di una confraternita religiosa. Assieme al cognato e a sua sorella stavano rientrando in Abruzzo dopo qualche giorno passato in Toscana. Sulla dinamica dell'incidente sta ora indagando la Polizia Stradale Bologna Sud. Pare che all'origine dell'incidente che ha coinvolto tre auto, tra cui l'utilitaria Hyundai sulla quale viaggiavano i tre, sia stato un tamponamento a catena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Coronavirus: in Emilia Romagna chiuse scuole, asili e luoghi di cultura. Stop a eventi e manifestazioni

  • Coronavirus, due nuovi casi a Modena e uno a Piacenza. In Emilia-Romagna 26 in totale. Venturi: "Proporremo nostra metodica alle altre Regioni"

  • Coronavirus, il sindacato scuola: "Sospendere attività fino all'8 marzo"

  • Coronavirus: riminese ricoverato, aveva volato dal Marconi. Positivo anche un altro passeggero dello stesso volo

  • Coronavirus Emilia Romagna, le scuole restano chiuse? Venturi: "Ancora non si è deciso"

Torna su
BolognaToday è in caricamento