Lucio Dalla funerali: il compagno Marco Alemanno chiude la messa con 'le Rondini'

Al giovane amico del cantante è stata affidata la chiusura della cerimonia nella Basilica di San Petronio, con la toccante lettura del testo di 'Le Rondini'. Alla fine il pianto disperato: 'Grazie Lucio'

La disperazione di Alemanno in chiesa (foto TM News)

In una San Petronio gremita di gente, e un'antistante piazza 'grande' straripante di folla e commozione, Marco Alemanno -il giovane indicato come compagno di vita di Lucio Dalla - ha avuto il compito di chiudere la cerimonia funebre del cantante. Ha scelto di farlo leggendo, in maniera sentita e assai toccante, il testo di una canzone del suo amico, 'Le Rondini' (VIDEO, ALEMANNO LEGGE IN CHIESA).

.

"Avevo 10 anni quando ascoltavo questa canzone, e non mi stancavo mai" - ha iniziato così il suo intervento Marco, pietrificato dal dolore - "Chi lo sapeva che - ha aggiunto - che dopo qualche anno avrei incontrato il cantante, inconsapevolmente insinuatosi nel mio immaginario infantile con la forza evocativa dei suoi versi. E' diverso tempo che ho il piacere, l'onore e il privilegio di crescere al fianco di Lucio, l'eterno bambino a cui devo tanto".

Voce rotta, sguardo melanconico, alla fine Alemanno non ha retto l'emozione ed è scoppiato in lacrime. Disperazione e dolore, affetto sincero, sul suo volto. Il giovane attore, legato all'artista scomparso da 8 lunghi anni, ha chiosato il suo omaggio con un: 'Grazie Lucio'. Uno scroscio d'applausi lunghissimo è seguito e la commozione si è fatta largo nei presenti.
Dopo la lettura, il sacerdote ha benedetto il feretro, le campane hanno risuonato a morto in una piazza muta, attonita. Poi Lucio è partito per il suo ultimo viaggio. Verso la Certosa, dove è stato tumulato accanto all'amata madre.“

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE RONDINI, IL TESTO:
"Vorrei entrare dentro i fili di una radio
E volare sopra i tetti delle città
Incontrare le espressioni dialettali
Mescolarmi con l’odore del caffè
Fermarmi sul naso dei vecchi mentre Leggono i giornali
E con la polvere dei sogni volare e volare
Al fresco delle stelle,, anche più in là
Coro : Sogni, tu sogni nel mare dei sogni.
Vorrei girare il cielo come le rondini
E ogni tanto fermarmi qua e là
Aver il nido sotto i tetti al fresco dei portici
E come loro quando è la sera chiudere gli occhi con semplicità.
vorrei seguire ogni battito del mio cuore
Per capire cosa succede dentro
e cos’è che lo muove
Da dove viene ogni tanto questo strano dolore
Vorrei capire insomma che cos’è l’amore
Dov’è che si prende, dov’è che si dà
Coro : Sogni, tu sogni nel cielo dei sogni"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus fase 3 | Fiere, congressi, vacanze di gruppo e viaggi in auto: Bonaccini sigla nuova ordinanza

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Incidente sulla A1: scontro camion-furgone, due morti

  • Tragedia in Romagna: perde l'equilibrio e sbatte contro la roccia, morta studentessa dell'Alma Mater

  • Coronavirus Emilia-Romagna, il bollettino del 2 luglio: metà dei nuovi contagi a Bologna

  • Oroscopo di luglio segno per segno: il Leone è il più favorito dalle stelle

Torna su
BolognaToday è in caricamento