Segregata e costretta a rapporti non consenzienti: denunciato il marito

Accertamenti sono in corso, la posizione dell'uomo potrebbe aggravarsi. Lei portata in una struttura protetta

Segregazioni, maltrattamenti e in un caso anche un rapporto non consenziente. E' quanto stanno cercando di accertare i Carabinieri di Castel Maggiore, che ieri hanno comunque trovato sufficienti riscontri per denunciare un cittadino marocchino di 33 anni per sequestro di persona e violenza sessuale.

Le violenze tra le mura domestiche a quanto par andavano avanti da qualche tempo, ma è stata una vicina di casa a sporgere denuncia, sulla base di alcune confidenze ricevute della vittima. Il 33enne avrebbe privato la consorte, classe 1999, del cellulare e di qualsiasi strumento di comunicazione con l'esterno, per poi rinchiuderla in casa. In una caso -ancora al vaglio dei militari - l'avrebbe anche costretta ad avere un rapporto non consenziente: l'episodio sarebbe avvenuto a inizio del mese scorso. La vittima delle violenze ora è stata trasferita presso una struttura protetta. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Incidente a Sasso: scontro camion-corriera, passeggeri bloccati vicino il bordo della rupe

  • Rapina la banca, poi confessa davanti al Giudice: “Mio figlio malato, la paga da operaio non basta”

  • Furto nella notte: ricco bottino dei ladri nell'azienda in fallimento

Torna su
BolognaToday è in caricamento