Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Manovra economica, Vacchi: 'Mi auguro presa di coscienza, serve riflessione'

Il presidente di Confindustria Emilia commenta così a margine dell'inaugurazione di un digital hub in via Ugo Bassi

 

Cosi' com'e' la manovra va corretta e ripensata. "Mi auguro che ci sia una presa di coscienza nelle prossime settimane", dice Alberto Vacchi, presidente di Confindustria Emilia centro, questa mattina a Bologna all'inaugurazione di un nuovo hub per servizi digitali dedicati alle imprese.

"Lo spread preoccupa chiunque abbia a buon cuore le sorti del Paese", sottolinea Vacchi. Per questo, sulla manovra "crediamo che sia importante trovare quadrature non in contrasto con l'Europa ne' con i mercati e la comunita' internazionale. Credo che sia doveroso e le stesse forze di governo ne dovranno tenere conto".

In poche parole, il presidente di Confindustria Emilia chiede "una riflessione" sui conti al Governo Lega-M5s. "Credo sia opportuna e credo anche che ci sara'- sostiene Vacchi- il problema non e' che il sistema finanziario internazionale abbia bocciato la manovra. E' che l'equilibrio complessivo del Paese, col debito che si ritrova, non puo' non tenere conto anche e soprattutto del parere di questa parte determinante della comunita' internazionale.

Anche perche' i denari te li devono dare loro e quindi devono avere la percezione di un percorso coerente da tutti i punti di vista", avverte il leader degli industriali emiliani. (San/Dire)

Potrebbe Interessarti

Torna su
BolognaToday è in caricamento