Cliente molesto in via Zamboni: insulta i Carabinieri e spacca i mobili della caserma

I carabinieri sono stati allertati dal gestore di un locale. Una volta in caserma ha dato in escandescenza, insultando i militari 'madri comprese'

Un cliente molesto in una bar di via Zamboni, così i gestori hanno chiamato i Carabinieri che giunti sul posto hanno fatto scattare le manette per un 37enne, cittadino marocchino, senza fissa dimora, con precedenti di polizia e disoccupato.

E’ successo ieri sera e all’arrivo dei militari, lo straniero è stato invitato a uscire dal locale, ma, una volta fuori, ha iniziato a insultarli nella lingua madre, fino a che non è stato ammanettato e accompagnato in caserma, dove però non ha messo fino al suo show.

Giunto in viale Enrico Panzacchi, ha dato in escandescenza, continuando con le ingiurie “madri comprese”, si legge nella nota, questa volta in lingua italiana e danneggiando i mobili dell’ufficio adibito al foto-segnalamento. Una volta tranquillizzato, è stato rinchiuso nelle celle della Compagnia Carabinieri di San Lazzaro di Savena, in attesa di comparire davanti al Giudice, per rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • Camion a fuoco lungo l'A1: due Vigili del Fuoco feriti dopo uno scoppio

  • Guidano un'auto rubata, fanno un incidente e scappano: hanno entrambi solo 14 anni

Torna su
BolognaToday è in caricamento