Cliente molesto in via Zamboni: insulta i Carabinieri e spacca i mobili della caserma

I carabinieri sono stati allertati dal gestore di un locale. Una volta in caserma ha dato in escandescenza, insultando i militari 'madri comprese'

Un cliente molesto in una bar di via Zamboni, così i gestori hanno chiamato i Carabinieri che giunti sul posto hanno fatto scattare le manette per un 37enne, cittadino marocchino, senza fissa dimora, con precedenti di polizia e disoccupato.

E’ successo ieri sera e all’arrivo dei militari, lo straniero è stato invitato a uscire dal locale, ma, una volta fuori, ha iniziato a insultarli nella lingua madre, fino a che non è stato ammanettato e accompagnato in caserma, dove però non ha messo fino al suo show.

Giunto in viale Enrico Panzacchi, ha dato in escandescenza, continuando con le ingiurie “madri comprese”, si legge nella nota, questa volta in lingua italiana e danneggiando i mobili dell’ufficio adibito al foto-segnalamento. Una volta tranquillizzato, è stato rinchiuso nelle celle della Compagnia Carabinieri di San Lazzaro di Savena, in attesa di comparire davanti al Giudice, per rispondere di resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, previsioni per il fine settimana: tornano pioggia e neve

  • Cade dalle scale mentre scende dalla Torre Asinelli: soccorsi sul posto

  • Sardine, il 19 gennaio 6 ore di musica e riflessioni: ecco chi salirà sul palco di Piazza VIII agosto

  • Incidente a San Lazzaro: 20enne investito sulle strisce

  • Vuole offrire da bere agli 'amici': invece di ringraziarlo lo aggrediscono e lo rapinano

  • Lutto in città, se ne va la mitica 'Agnese delle cocomere'

Torna su
BolognaToday è in caricamento