A Bologna si stabilizza il mercato delle abitazioni

Diminuiscono i tempi di vendita, che si attestano a 3-4 mesi. Lo sconto in chiusura di trattativa è del 9%.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di BolognaToday

Nel primo semestre del 2017, secondo quanto emerge dalle rilevazioni dell’Ufficio Studi Gabetti, presso le agenzie Gabetti, Professionecasa e Grimaldi, il capoluogo emiliano ha confermato il trend positivo per il mercato residenziale. Secondo i dati dell’Agenzia delle Entrate, si sono realizzate 2.787 transazioni residenziali nel primo semestre 2017, dato in linea con quello dello stesso periodo del 2016 (2.801). Nel primo semestre del 2017 si registra un lieve aumento delle quotazioni, +0,5%, che fa seguito al lieve calo registrato nel secondo semestre del 2016, -0,3% rispetto semestre precedente. Un altro dato positivo è relativo alle tempistiche medie di vendita, in progressiva diminuzione. Da una media, nel 2016, di circa 4-5 mesi, si è passati a 3-4 mesi, con sconti in sede di chiusura delle trattative, anch’essi in diminuzione, mediamente intorno al 9%.Guardando le diverse zone di Bologna, il Centro e il Centro Storico mantengono il loro appeal a livello di richieste, con una maggiore vivacità in termini di compravendite, in un contesto di quotazioni in leggero aumento. Come commenta Giuseppe Albanese, titolare dell’Agenzia Gabetti Bologna Centro: “Nel primo semestre del 2017 abbiamo registrato un volume di compravendite in crescita rispetto al semestre precedente, sostenuto da una buona fetta di acquirenti che si trasferiscono a Bologna per motivi di lavoro o studio. Università e Marconi-Lame sono le zone più richieste, per la vicinanza alla stazione e la migliore viabilità. Le tipologie più domandate sono state i trilocali intorno ai 70-90 mq, per un budget di spesa medio di circa 200.000 €, seguiti dai bilocali, sia come prima casa che per investimento, per un budget medio di 150-160.000 €. Le caratteristiche più apprezzate sono la presenza del balcone e dell’ascensore, non facili da trovare in centro, ma più comuni in zone più esterne come Marconi-Lame. Chi proviene da altre città solitamente ritiene queste caratteristiche fondamentali per cui è disposto a spostarsi verso zone più periferiche. Infine, i tempi medi di vendita e gli sconti medi in sede di chiusura delle trattative risultano in calo: 3-4 mesi per la vendita e 7-8% lo sconto”. Le zone del Centro Storico, quali via Tribunale, Farini, Santo Stefano, Strada Maggiore, Piazza Maggiore, Piazza Minghetti e Piazza San Domenico, registrano quotazioni in lieve aumento. In zona Farini e Santo Stefano siamo intorno ai 3.600 – 3.850 € al mq per l’usato medio in buono stato e ai 4.050 – 4.100 € al mq in caso di soluzioni signorili, che arrivano fino ai 4.700 – 4.800 € al mq per il signorile in ottimo stato. In zona Lame le quotazioni, stabili, risultano più contenute, intorno ai 2.450 € al mq per il medio in buono stato e ai 2.650 € al mq per le soluzioni signorili. Passando al semicentro, la zona Mazzini ha mostrato valori in lieve aumento rispetto al semestre precedente, con quotazioni medie intorno ai 2.500 € al mq per l’usato medio in buono stato, che salgono a 2.800 € al mq nel caso di immobili signorili. Come commenta Vito Ardagna, titolare delle Agenzie Grimaldi Bologna Centro e Mazzini: “Nel primo semestre del 2017 le tipologie maggiormente richieste sono state i trilocali e quadrilocali, per un budget di spesa medio di circa 200 – 250.000 €. Le zone più richieste risultano essere il centro e la prima periferia verso sud, Saragozza e Mazzini, dove gli acquisti sono principalmente di sostituzione, sostenuti anche dal calo dei prezzi, che ha avuto luogo negli ultimi anni. Fra le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti si segnala il buono stato manutentivo del condominio. I tempi medi di vendita risultano intorno ai 3-6 mesi, che si allungano anche fino ai 12 mesi in caso di prezzo non in linea con i valori attuali di mercato, mentre gli sconti in sede di chiusura delle trattative sono su una media del 5-7%, anch’essi in aumento in caso di prezzo non coerente con le attuali quotazioni”. La zona Massarenti – Sant'Orsola registra quotazioni stabili intorno ai 2.200 € al mq per le soluzioni medie in buono stato e ai 2.600 € al mq nel caso di immobili signorili. Anche la zona Massarenti – Pianeta presenta quotazioni complessivamente stabili, con valori che si attestano intorno ai 1.850 € al mq nel caso di immobili di tipologia media in buono stato e 2.200 € al mq in caso di soluzioni signorili. Stabilità anche in zona Andrea Costa e Funivia, con valori che si attestano mediamente a 2.450 € al mq per l’usato di tipologia media in buone condizioni e a 3.000 € al mq in caso di immobili signorili. L’ottimo stato risulta intorno ai 2.850 € al mq per il medio e a 3.350 € al mq per il signorile. Quotazioni superiori per la zona Andrea Costa. In zona Barca – Reno siamo stabili intorno ai 1.700 € al mq per l’usato medio in buone condizioni, mentre spostandoci verso Casteldebole ci attestiamo su una media di 1.800 € al mq per la stessa tipologia. La zona Zanardi presenta quotazioni complessivamente stabili, con valori che si attestano intorno ai 1.900 € al mq nel caso di immobili di tipologia media in buono stato, che salgono a 2.450 € al mq in caso di soluzioni signorili. Come commenta Enzo Brosio, titolare delle Agenzie Gabetti Bologna Zanardi: “Nel primo semestre del 2017, in zona Zanardi, le tipologie maggiormente richieste sono state i trilocali e quadrilocali intorno agli 85-100 mq in buone condizioni, per un budget di spesa medio tra i 200 e 250.000 €. Le caratteristiche di maggiore importanza per gli acquirenti sono state la presenza di balconi o terrazzi, dell’ascensore e del riscaldamento autonomo. Le zone più richieste sono state via delle Lame e l’area in prossimità di piazza Azzarita. Infine, in caso di prezzo in linea con il valore di mercato, i tempi medi di vendita sono stati intorno ai 3-4 mesi, mentre gli sconti in sede di chiusura delle trattative si sono attestati mediamente intorno al 10%”. In zona Santa Viola le quotazioni registrano un leggero calo, intorno ai 1.400 € al mq nel caso di immobili usati di tipologia economica in buono stato, mentre siamo a 1.800 € al mq per le soluzioni medie e a 2.250 € al mq per il signorile. In zona San Donato – Gomito e San Donato – Pilastro le quotazioni si mantengono stabili, intorno ai 1.700 – 1.850 € al mq nel caso di immobili usati in buono stato di tipologia media, che scendono a 1.600 – 1.650 € al mq in caso di soluzioni economiche. Infine, in zona Murri – Siepelunga siamo stabili a 2.400 € al mq per l’usato di tipologia media in buone condizioni e a 3.000 € al mq in caso di immobili signorili, che salgono rispettivamente a 2.800 e 3.700 € al mq se in ottimo stato.

Torna su
BolognaToday è in caricamento