Irma Bandiera: Bologna celebra il centenario della nascita

  • Dove
    Varie location
    Indirizzo non disponibile
  • Quando
    Dal 08/04/2015 al 08/04/2015
    Vari orari
  • Prezzo
    Gratis
  • Altre Informazioni

Nel  centenario  della  nascita  di  Irma  Bandiera, mercoledì 8 aprile, la Presidenza   del   Consiglio  comunale  e  il  Comitato  provinciale  della resistenza  e  della  lotta  di  liberazione  di  Bologna,  organizzano  le iniziative  "Parole per Irma" per celebrare il ricordo della figura simbolo della  Resistenza  al femminile.  L'iniziativa è inserita nel programma che celebra il 70° anniversario della Resistenza.

Programma delle iniziative.
Alle  ore  9,30,  in  via  Irma  Bandiera 1, deposizione di una corona alla lapide  in  ricordo  di  Irma  Bandiera.  Partecipano  il Sindaco, Virginio Merola,  la  presidente  del Consiglio comunale, Simona Lembi,il presidente del  Quartiere  Saragozza,  Roberto  Fattori,  studenti e studentesse della Scuola media “Guinizelli”.

Alle  ore  11,  nella  Scuola  Media  “Guinizelli”,  la  proiezione per gli studenti del documentario “La mia bandiera. La resistenza al femminile” di Giuliano Bugani e Salvo Lucchese; produzione Elenfant Film, 2011. Alle   ore  17,30,  in  sala  Tassinari  a  Palazzo  d'Accursio,  si  terrà l'iniziativa  Irma Bandiera, una partigiana.Saluto e introduzione di Simona Lembi, presidente del Consiglio comunale e intervento di Mauria Bergonzini, del  Coordinamento  Donne  dell’ANPI  di  Bologna.  Seguirà,  alle  18,  la presentazione e proiezione del documentario “La mia bandiera. La resistenza al femminile”. Saranno presenti i registi e i produttori.

Irma Bandiera, nata a Bologna l'8 aprile 1915, fu fucilata al Meloncello di Bologna il 14 agosto 1944. Medaglia d'Oro al Valor Militare alla memoria. Di  famiglia  benestante,  moglie  e  madre affettuosa, il suo amore per la libertà  la  spinse  a schierarsi contro gli oppressori. Staffetta nella 7a G.A.P.,  divenne  presto  un'audace  combattente,  pronta  alle  azioni più rischiose.  Fu  catturata  dai nazifascisti, a conclusione di uno scontro a fuoco,  mentre si apprestava a rientrare a casa, dopo aver trasportato armi nella  base di Castelmaggiore della sua formazione. Con sé Irma aveva anche dei  documenti  compromettenti  e per sei giorni i fascisti la seviziarono, senza riuscire a farle confessare i nomi dei suoi compagni di lotta.
L'ultimo  giorno la portarono di fronte a casa sua: "Lì ci sono i tuoi - le dissero  -  non li vedrai più, se non parli", ma Irma non parlò. I fascisti infierirono  ancora  sul  suo  corpo  martoriato,  la  accecarono  e poi la trasportarono  ai  piedi  della  collina  di  San Luca, dove le scaricarono addosso i loro mitra. Il  corpo  di  quella  che,  nella  motivazione  della massima  onorificenza militare  italiana,  è  indicata  come  "Prima  fra  le  donne bolognesi ad impugnare  le  armi  per  la lotta nel nome della libertà... ", fu lasciato come   ammonimento  per  un  intero  giorno  sulla  pubblica  via,  (Fonte: http://www.anpi.it/donne-e-uomini/irma-bandiera/).

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • A Marano di Castenaso il presepe vivente è in dialetto

    • Gratis
    • 15 dicembre 2019
    • Circolo La Stalla - località Marano
  • "Scenaperta": serata di liberi interventi artistici

    • solo domani
    • Gratis
    • 14 dicembre 2019
    • Camere D´Aria
  • Compleanno di Salaborsa: incontri, letture e il pugilato letterario

    • solo oggi
    • Gratis
    • 13 dicembre 2019
    • Biblioteca Salaborsa

I più visti

  • "Chagall. Sogno d’amore": la mostra a Palazzo Albergati

    • dal 20 settembre 2019 al 1 marzo 2020
    • Palazzo Albergati
  • Torna il Villaggio di Natale Francese in Piazza Minghetti

    • dal 23 novembre al 22 dicembre 2019
    • Piazza Minghetti e Piazza del Francia
  • "Anthropocene": mostra multidisciplinare sull’impatto dell’uomo sul pianeta

    • Gratis
    • dal 16 maggio 2019 al 5 gennaio 2020
    • Fondazione MAST
  • Bologna per la musica

    • dal 1 marzo 2019 al 1 marzo 2020
    • club ICON ex MUSICHIERE 
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    BolognaToday è in caricamento