Sana al via, tra Fiori di Bach per il sesso e i 'sughi' bolognesi versione veg

Un giro al Sana, salone del bio e del naturale, che ha aperto i battenti questa mattina: il nostro territorio al centro delle scelte "green"

I "sughi" bolognesi in versione vegana, i marroni del nostro Appennino, il siero della giovinezza fatto con le ortiche del territorio emiliano-romagnolo: sono tanti gli orgogli locali che sfilano alla fiera del biologico e del naturale alla fiera di Bologna. Questa mattina infatti è stato inaugurato il Sana, con taglio del nastro del Sottosegretario alle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo Alessandra Pesce. 

Ma quali sono le novità, le tendenze, le innovazioni di un settore, quello del bio e del naturale,  che piace sempre di più e fa numeri sempre più consistenti anche nel nostro Paese? Tantissime. Si va dal food allo stile di vita, dalla cosmesi all'arredamento.

Recuperare i frutti del passato (quelli della nonna) e riscoprire le proprietà di prodotti della terra come la pera volpina, le giuggiole, la mela cotogna è uno dei punti di partenza (un'esposizione di Coldiretti per vedere cosa ci stavamo per perdere), mentre la rotta è quella del green anche per la pulizia della casa e della persona, perfettamente al passo coi tempi (visti anche i prodotti naturali le barbe). Scoperte e news di tutti i tipi anche sul fronte cosmesi naturale: sapete che cos'è la moringa oleifera? E quanto è preziosa l'ortica come alleata di bellezza? L'effetto "wow" spesso ce lo da proprio la Natura.  

Un giro fra i padiglioni, qualche curiosità: 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un lifting naturale brevettato in Romagna

E' a chilometro zero il siero naturale "Fior di Linfa" di Mary Rose, l’unico compattante che prende vita dopo intere settimane di lavorazione artigianale: 6 piante officinali, dalle elevate proprietà benefiche e dermopurificanti, vengono lavorate a lungo generando un composto sinergico ricchissimo di principi attivi naturali e fitocomplessi. "L'ortica è la componente base del nostro siero - spiega Mario Ciarpella, titolare dell'impresa familiare che ha sede nel riminese - e va lavorata necessariamente entro le 2/3 ore dal raccolto, necessitando delicatezza e tempi da rispettare con rigore, ma che fanno si' che vena mantenuta una grande promessa, quella che il naturale sa dare anche in quando si parla di bellezza". Pluritestato e frutto di brevetto, depura, tonifica, illumina e compatta la pelle in modo straordinario, raggiungendo livelli di efficacia che non si trovano in altri sieri o creme presenti sul mercato. Al SANA un trattamento viso gratuito. Padiglione 19 - stand 59

Fiori di Bach per trovare l'anima gemella e far bene al sesso

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mappa interattiva coronavirus: casi, incidenza per provincia, dati terapia intensiva

  • A1 Bologna-Firenze: chiuso tratto "Panoramica" tra Aglio e Roncobilaccio

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 26 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus in Emilia-Romagna, l'aggiornamento: rallentano i contagi. Bologna piange altri 4 morti

  • Coronavirus, bollettino: 10.054 casi positivi (+800) in Regione. Altri 17 morti in provincia di Bologna

  • Coronavirus, aggiornamento della Regione: + 980 positivi in Emilia-Romagna, 4 nuovi decessi a Bologna

Torna su
BolognaToday è in caricamento