Terremoto centrodestra, eletti Forza Italia nei comuni verso Fratelli D'Italia

A dare il via le dimissioni qualche giorno fa di Galeazzo Bignami dal ruolo di cooridnatore azzurro. A Bologna consiglieri comunali Sassone e Lisei lo seguono in Fratelli D'Italia. In una trentina in regione a cambiare casacca

"Nei prossimi giorni ne seguiranno diversi altri": Fratelli d'Italia si appresta a 'svuotare' Forza Italia in Emilia-Romagna. Ha già imbarcato alcuni consiglieri comunali lungo la via Emilia a ovest di Bologna e da l'altro giorno conta anche su Galeazzo Bignami, già recordman di preferenze azzurro in Regione e oggi deputato. "I diversi altri" dirigenti a cui si riferisce il coordinatore regionale Fdi Michele Barcaiuolo, sono innanzitutto i fedelissimi di Bignami a Bologna, a partire dai due consiglieri comunali Marco Lisei e Francesco Sassone.

L'annuncio del loro cambio di casacca è ormai questione di ore; già oggi potrebbe essere ufficializzato il loro passo seguito a ruota da quello di altri consiglieri di quartiere e di altri Comuni (Vergato, Bentivoglio, Casalecchio, San Lazzaro). Il che significa che, salvo cambi di idea dell'ultimo minuto, lunedì prossimo, nell'aula di Palazzo D'Accursio Lisei e Sassone si presenterebbero da esponenti del partito di Giorgia Meloni e Forza Italia sparirebbe dall'assemblea cittadina dove, seppur talvolta non col proprio simbolo di partito (ci fu Bologna nuova e poi il Pdl), è presente dalla metà degli anni '90.

In totale, in Emilia-Romagna Fdi dovrebbe fagocitare una trentina di 'quadri' forzisti. Sommati agli azzurri che hanno scelto di seguire Giovanni Toti si tratta di un consistente esodo dal partito di Silvio Berlusconi. L'operazione sotto le Due torri va di pari passo con la nascita di una vera e propria corrente all'interno di Fdi. Oggi ha infatti preso vita il nuovo circolo di Fratelli d'Italia della Città metropolitana di Bologna chiamato 'Area sovranista'.

"Il primo appuntamento è rappresentato dalle elezioni regionali- mette in chiaro il capogruppo Fdi in Regione, Michele Facci- la componente sovranista di Fratelli d'Italia farà la propria parte, in maniera attiva e costante, insieme a tutte le altre realtà di opposizione, per liberare l'Emilia-Romagna da quella crosta di potere che ha ingessato questo territorio da oramai 50 anni e al quale solo una svolta di destra potrà permettere di approdare alla normalità e a un'espressione autentica di democrazia".

A Bologna in particolare, il circolo 'Area Sovranista' "partirà dai problemi irrisolti del territorio metropolitano bolognese- continua Facci- politiche serie per la sicurezza e di contrasto all'immigrazione irregolare, lavoro e welfare garantiti ad ogni latitudine, impegno per infrastrutture e servizi, tutela della piccola e media impresa, politiche giovanili e per la terza età, politiche per la famiglia, sanità e servizi sociali a garanzia di tutti, specie nelle aree montane e periferiche, lotta alla 'mala gestio' della pubblica amministrazione".

L'obiettivo è "raccogliere intorno a Giorgia Meloni e alla fiamma tricolore tutti gli italiani che non si rassegnano a un futuro governato dalla sinistra italiana e internazionale, dalle lobby bancarie e dalla finanza antinazionale- scrive ancora Facci- Intendiamo riportare al centro dell'azione politica le mai abbandonate battaglie della destra italiana: il presidenzialismo, l'unità nazionale e la solidarietà sociale, l'ordine nella libertà, la giustizia ed il lavoro, la difesa dei redditi popolari e del ceto medio, la tutela della famiglia e del diritto alla vita". (Mac/San/- Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo: allagamenti e smottamenti, fiumi esondati e oltre 300 persone evacuate

  • Maltempo: massimi livelli di allerta a Budrio, Castel Maggiore e Malalbergo, salvata coppia

  • I Mercatini di Natale a Bologna: il calendario 2019

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Truffa dei bancomat, continua il raggiro del 'finto accredito'

  • Pizza Awards: anche una bolognese premiata agli Oscar della pizza

Torna su
BolognaToday è in caricamento