San Valentino, un fiore agli insegnanti: 'Grazie per il vostro lavoro'

Succede alle elementari Chiostri. La risposta dei genitori all'appello di una lettera aperta

Un fiore per gli insegnanti e il personale della scuola elementare Chiostri. E' quello che hanno consegnato alcuni genitori degli piccoli alunni, per rispondere a un appello lanciato nei giorni scorsi da Roberto Morgantini e Mattia Fontanella. "Un fiore simbolico -scrivono i rappresentanti dei genitori in una nota- per ribadire l'amore per una missione importante, quello di insegnante per bambini e adolescenti".

Un fiore insegnanti: l'iniziativa

L'appello parte dal presupposto che gli insegnanti siano tra le categorie più bersagliate da polemiche e attacchi di ogni tipo, e questo proprio per il proprio lavoro sui figli degli altri.

"Viviamo giorni orrendi -scrivono i due promotori in una lettera aperta- in cui la maleducazione e l’ignoranza sono diventate qualità di cui vantarsi. Chiunque, abbia qualche competenza viene preso di mira".

"Derisi, contestati, sottopagati -continua la missiva- attaccati, a volte, da alcuni genitori che mettono in discussione la loro autorità (autorevolezza). E da, una parte, degli stessi studenti che scaricano su di loro il proprio disagio".

Proprio per questi motivi "per il 14 febbraio, a San Valentino. Un fiore per questi educatori che, ogni giorno, costruiscono il futuro insieme ai nostri figli, nipoti, “segnandone” le menti e i cuori in un progetto di felicità possibile".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Scuola

    Scuola, maturità 2019: cosa cambia, tutte le date

  • Attualità

    Giovani che si isolano dalla società: cosa è la sindrome 'Hikikomori'

  • Scuola

    Le scuole migliori segnalate da Eduscopio: Galvani in vetta insieme al Minghetti

  • Scuola

    Calendario scolastico 2017-2018: date inizio, fine, vacanze regione per regione

I più letti della settimana

  • Trasporto scolastico: in arrivo 600mila euro per gli scuolabus

Torna su
BolognaToday è in caricamento