Il piccolo Federico morto sulla Porrettana, si indaga per omicidio stradale

Si attendono i risultati della consulenza sulla dinamica, che dovrebbero arrivare nel giro di 90 giorni

La Procura di Bologna ha aperto un fascicolo per omicidio stradale a carico di ignoti sull'incidente in cui sabato, poco prima delle 12, ha perso la vita un bambino di sette anni, Federico Dordei, figlio del professionista del basket Luigi. Il fascicolo, a quanto si apprende, è a carico di ignoti in attesa dell'esito della Consulenza tecnica d'ufficio con cui verrà realizzata la ricostruzione cinematica della dinamica dell'incidente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ad uccidere il bambino è stato lo schianto, avvenuto sulla strada statale 64 Porrettana all'altezza di Pontecchio Marconi, tra il Suv guidato dal padre e un camioncino fermo su un lato della strada, da cui poco prima erano scesi degli operai impegnati nello sfalcio dell'erba. L'auto ha tamponato il camioncino, e purtroppo per il bambino non c'è stato niente da fare. A questo punto si attendono i risultati della consulenza, che dovrebbero arrivare nel giro di 90 giorni. (Ama/ Dire)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino covid oggi: a Bologna (quasi) la metà dei nuovi contagi e decessi registrati in Regione

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Covid-19, al via le convocazioni per i test a campione: "1.000 solo a Bologna città, si viene contattati per telefono"

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

Torna su
BolognaToday è in caricamento