Mercato di Mezzo, ecco il 'nuovo' polo del food: aperto tutti i giorni, 16 ore no-stop

Ospiterà macelleria, salumeria, pescheria, bar, pasticceria-gelateria, ortofrutta, panetteria, pizzeria, birreria ed enoteca. L'edificio Ottocentesco, dopo anni di degrado, torna ad essere fulcro di cibo e incontri, proprio come in epoca medievale

Da domani il nuovo Mercato di Mezzo di via Clavature aprirà finalmente al pubblico. Con orario tutti i giorni della settimana dalle 8 alle 24, il nuovo polo del food bolognese ospiterà su tre livelli 9 operatori (tutti under 40): macelleria, salumeria, pescheria, bar, pasticceria gelateria, ortofrutta, panetteria, pizzeria, birreria ed enoteca con vendita e somministrazione. L'edificio Ottocentesco contestualizzato nel Quadrilatero tanto amato da turisti e bolognesi, dopo anni di degrado (fra cui anche delle occupazioni) è tornato, proprio come in epoca medievale, a essere il fulcro di cibo e incontri. "Non ci preoccupa la concorrenza - hanno dichiarato alcuni commercianti che vendono le stesse categorie di prodotto, ma all'esterno - ma staremo a vedere una volta messo in modo il meccanismo. Potrebbe anche giocare a nostro favore".

Presenti al tavolo durante la conferenza stampa che ha aperto le porte alla stampa il Presidente di Coop Adriatica Adriano Turrini, Matteo Lepore, Assessore Economia e promozione della Città, Turismo, Relazioni e Agenda digitale del Comune di Bologna, Tiziana Primori, Responsabile Gestione e Sviluppo partecipate della Cooperativa, Francesco Ripa di Meana, Direttore generale Ausl Bologna (la struttura appartiene ad Ausl), Enrico Postacchini, Presidente Confcommercio Ascom Bologna, Giancarlo Tonelli, Direttore Confcommercio Ascom Bologna. L'incontro è cominciato con un video che ha mostrato i vari step del restauro, con le voci dei bolognesi che ricordavano nostalgicamente il mercato aperto e vivo.

"Il 24 ottobre del 2011 un 'folle' ha messo sulla mia scrivania questo progetto - ha raccontato Adriano Turrini di Coop Adriatica (che ha anticipato i costi del restauro in cambio di uno sconto sull'affitto, che ammonta a 166 mila auro all'anno) - e da quel momento abbiamo aperto un percorso lungo e pieno di imprevisti che però oggi ci vede qui orgogliosi. Per i bolognesi il Mercato di Mezzo è un pezzo di cuore e il Quadrilatero è la zona commerciale più bella della città".

Enrico Postacchini, Ascom: "E' bene valorizzare un'operazione unica come questa, che ci da molto orgoglio, anche se la responsabilità più grande è quella che abbiamo nei confronti dei veri giudici, che sono i clienti. Qui si trovano le eccellenze e il progetto merita un grosso in bocca al lupo".  Anche Ripa di Meana ha espresso parole di grande orgoglio per il progetto (ricordiamo che Ausl è proprietaria dei muri): "Non siamo solo freddi proprietari dell'immobile. Questo è un luogo che ricomincia a vivere e i sette anni di grande lavoro sono stati davvero spesi bene"

In rappresentanza del Comune Matteo Lepore: "Ogni realtà economica diventa un motore in questo distretto gastronomico, cuore stesso della città di Bologna, ma non solo visto che i nove operatori fanno pare della città metropolitana e non solo della Bologna Centro. Anche attraverso il nuovo brand 'City of Food' stiamo raccontando una storia che avrà anche una grande promozione turistica"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, neve in arrivo sull'Appennino emiliano

  • Ripetitori e onde dei cellulari, lo studio del Ramazzini: "Tumori rari nelle cellule nervose"

  • Fuga di gas dalle cantine: 16 famiglie evacuate, traffico bloccato

  • Furto a San Lazzaro: "Sono entrati in pieno giorno e hanno fatto un disastro. Sono sconvolta"

  • In Piazza Maggiore migliaia di Sardine vs Lega | FOTO e VIDEO

  • Guidano un'auto rubata, fanno un incidente e scappano: hanno entrambi solo 14 anni

Torna su
BolognaToday è in caricamento