Emergenza rifiuti, Bonaccini: 'Ancora da Roma? Si rivolgano ad altri'

Il governatore non accoglie la richiesta di gestire il surplus di immondizia proveniente dalla Capitale

Il governatore Stefano Bonaccini chiude le porte dell'Emilia-Romagna all'eventuale arrivo di rifiuti da Roma. "Si rivolgano pure ad altri", manda a dire il presidente della Regione via Facebook. "Proprio un anno fa, in questi giorni, l'amministrazione comunale di Roma, attraverso Ama- ricorda Bonaccini- chiese disponibilità alla Regione Emilia-Romagna ad accogliere rifiuti da Roma in emergenza".

Emergenza rifiuti speciali in Emilia Romagna, aziende al collasso

In quell'occasione "accettammo, poste alcune condizioni su quantità e durata- continua Bonaccini- perché ci sembrava giusto tendere la mano per evitare che la Capitale andasse in emergenza rifiuti". Ma stavolta, la musica è un'altra: "Dopo aver dato la nostra disponibilità, venni per settimane insultato dal M5s- scrive il presidente- ed accusato di voler fare speculazione politica. Sembrava di essere su 'Scherzi a parte'. Adesso si rivolgano pure ad altri". (Pam/ Dire) 

Scintille Pd-M5S sui rifiuti: 'Li smaltite in Cina', 'Con che coraggio...'

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, sotto osservazione due persone in Emilia: le analisi al Sant'Orsola

  • Coronavirus: fermato treno a San Ruffillo. Era un falso allarme

  • Lizzano, trovato in un bosco lungo fiume: morto snowboardista 59enne

  • Diodato canta a sorpresa "Fai rumore" sotto i portici di via Oberdan

  • "Appropriazione indebita": sequestrati 100 immobili a Bologna

  • Incidente sulla A13: camion esce di strada e "disperde" centinaia di stecche di sigarette di contrabbando

Torna su
BolognaToday è in caricamento