Strada Maggiore pedonale nei T-Days? Commercianti tra entusiasmo e timori

Pedonale nei week-end fino a Piazza S. Michele, altra navetta e passaggio delle auto de devono accedere ai garage con personale pagato dai commercianti. E' quanto contenuto in una raccolta firme che verrà presentata in Comune la prossima settimana: tutti d'accordo?

Pedonalizzazione fino a Piazza San Michele durante i T-Days, un'ulteriore navetta, passaggio e controllo delle auto dei residenti che devono accedere ai garage con personale pagato dai commercianti. E' quanto contenuto in una raccolta firme che verrà presentata in Comune la prossima settimana: "Abbiamo avuto modo di parlare con l'assessore all Mobilità Andrea Colombo e stiamo continuando a raccogliere le firme degli esercenti rientrati dalle ferie" dice Daniele dI Follia Caffè al quale, come a tanti bar e ristoranti della via, è stato consentito di spostare tavoli e sedie in strada, una sorta di risarcimento da parte dell'amministrazione per i disagi subiti causati dal cantiere BOBO. E la sicurezza? Daniele scrolla le spalle: "Con i nuovi lampioni, la strada è illuminata".

Daniele sta conducendo una sua personale indagine anche tra i clienti: "Sono tutti d'accordo anche i non residenti che dovrebbero essere maggiormente penalizzati. E' importante anche organizzare eventi, sabato nel nostro locale si terrà ad esempio un concerto jazz, tutti i commercianti dovrebbero partecipare". Quello che secondo Daniele sarebbe una "continuazione della T pedonale" coinvolge anche il Comune: "Ci sono dei palazzi che potrebbero ospitare delle mostre, con l'amministrazione si può parlare, come anche esprimere dubbi e pareri contrari". 

Concordi anche i passanti e i residenti sentiti da Bologna Today, una mamma ha qualche dubbio: "Sarebbe bello, ma io sono residente in questa via e non ho un posto auto, costa come un appartamento, con due bambini, lei capisce... Meglio pedonalizzare completamente dalle due Torri a Piazza Santo Stefano". 

"E' gia praticamente pedonalizzata" ci dice Francesca del negozio di antiquariato "la Bologna del futuro sarò solo bar, ristoranti e grandi negozi, mentre i piccoli, che devono guadagnarsi la pagnotta, chiuderanno. Qui passavano dei treni non degli autobus, mettendo a dura prova la stabilità della città e i nervi dei bolognesi. Chi ha un handicap volerà..."

Per Stefano, tabaccaio al civico 11/e "Il lavoro è crollato con il cantiere e non si sono visti miglioramenti da quando la strada è stata riaperta ai pedoni. Non credo che il rilancio della città passi da questo, bensì bisogna tirarla più a lucido", mentre al Souq Italy wine bar si limitano a dichiarare: "Ne sarei molto felice!" Non ha nulla in contrario neanche Fabrizio, de 'Il Pane e.. Antichi Sapori': "Era già semi-pedonale durante i T-Days, nessuna contrarietà".

"Perchè non fino a Piazza Aldrovandi? Tanto che ci sono, allungassero..." E' l'opinione di Simona, commessa del negozio di abbigliamento al civico 33, escluso dunque dalla eventuale pedonalizzazione: "anche la mia titolare Katia sarebbe d'accordo. Siamo aperti da pochi mesi, ma non ci possiamo lamentare, con il passaggio di tante auto e bus Strada Maggiore è una via estremamente rumorosa, durante i week-end la gente passeggia, va nei bar e vede anche il nostro negozio".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid -19: dove e come fare il test sierologico a Bologna

  • Pianoro, tragico incidente lungo la Futa: morto un giovane motociclista

  • Coronavirus, bollettino 29 maggio Bologna e provincia: la situazione comune per comune

  • Bonus bici elettriche e monopattini: chi può chiedere i 500 euro

  • Tragedia a Loiano: travolto da un tronco, muore a 43 anni

  • Coronavirus, bollettino Emilia-Romagna: +38 casi, 24 trovati tramite screening

Torna su
BolognaToday è in caricamento