Non si trovano case in affitto, e gli studenti piantano le tende in piazza Maggiore

La protesta nel pomeriggio in concomitanza con la prima istruttoria pubblica sul disagio abitativo

Tende piantate in piazza Maggiore, proprio davanti alla sede del Comune di Bologna. E' la protesta messa in scena nel pomeriggio odierno da un gruppo di studenti fuori sede, circa una quarantina. Il singolare sit-in è stato approntato in concomitanza della prima istruttoria pubblica sul disagio abitativo in programma oggi, in Sala Consiglio a Palazzo D'Accursio.

"Istruttoria pubblica richiesta e ottenuta anche grazie alle firme raccolte con Pensare Urbano", rivendica Roberta, la coordinatrice di Link Bologna - studenti indipendenti. I manifestanti  esprimono forte "preoccupazione sull'emergenza abitativa in relazione agli studenti fuorisede che non riescono a trovare casa".

Università, problema case: "Ho passato i test ma non trovo una stanza. Costretto a cambiare città"

Tra i punti messi all'indice, il 'sistema Airbnb',  del quale - secondo i manifestanti - si farebbe "abuso", pertanto chiedono a gran voce di "regolamentarlo, come avviene anche in altre città quali Barcellona e Parigi."


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sente rumori sospetti in casa e spara, ucciso un uomo

  • Lega: "A Bologna party universitario blasfemo, intervenga il Rettore"

  • Scossa di terremoto nella notte, avvertita anche nell'Appennino bolognese

  • E' Natale, a spasso per Bologna: le vetrine più originali

  • Incidente a Casalecchio: pedone investito all'incrocio

  • Terremoto Toscana: riaperto traffico treni AV e regionali, ci sono ritardi

Torna su
BolognaToday è in caricamento