Picchiato in strada, chiama il 113: "Sono stati i miei colleghi di lavoro"

Un giovane ha indicato ai poliziotti due persone che, bloccate, hanno poi ammesso le percosse

Picchiato dai colleghi, e lasciato in strada sanguinante. E' la denuncia di un 40enne che ieri mattina ha chiamato il 113 dal luogo dell'aggressione. Il giovane, cittadino marocchino, all'arrivo delle volanti, intorno alle 6:50, ha spiegato la sua versione, indicando la direzione di fuga dei sui assalitori. Gli agenti si sono messi alla ricerca dei due, e alla fine hanno individuato nello stesso quartiere due persone che corrispondevano alle descrizioni fornite dalla vittima. 

Incalzati dalle domande dei poliziotti, entrambi i ragazzi, due connazionali di 35 e 29 anni, hanno ammesso i fatti, confermando di essere impiegati nella stessa azienda edile. Per i due è scattata una denuncia a piede libero per lesioni personali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Morto a 55 anni dopo una rapina in via della Beverara: mistero da sciogliere

Nelle settimane precedenti -ma i fatti sono emersi solo recentemente- un altro uomo è stato portagonista di una aggressione violenta sempre in via della Beverara, un pestaggio che ha portato poi alla morte della vittima dopo 40 giorni di agonia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I 4 borghi medievali più belli nella provincia di Bologna

  • Dai colli al centro città, i sette parchi più belli di Bologna

  • Basilica di San Petronio, la chiesa più grande di Bologna: 7 cose da sapere

  • Prezzi case a Bologna: la mappa zona per zona

  • Covid, nuovo focolaio corriere Tnt: chiuso il magazzino, test per tutti i lavoratori della logistica

  • No malattia lavoratori di Medicina, il sindaco: "Poca attenzione del Governo"

Torna su
BolognaToday è in caricamento