Fiera Bologna: dall'Arena del Basket alla corte del cibo, il Masterplan firmato da Mario Cucinella

La Fiera del futuro è in una planimetria allegata all'atto con cui il sindaco metropolitano di Bologna approva il nuovo schema di protocollo di intesa per lo sviluppo del quartiere

La Fiera del futuro è in una planimetria allegata all'atto con cui il sindaco metropolitano di Bologna approva il nuovo schema di protocollo di intesa per lo sviluppo del quartiere che aggiorna quello già sottoscritto nel 2017 anche dalla Regione e dal Comune.

Il Masterplan che accompagna il documento getta le basi per quel progetto di espansione al quale l'expo di via Michelino sta lavorando da alcuni anni e che prevede il restyling di alcuni padiglioni (come quello che ha gia' trasformato il 29 e il 30), il rifacimento di altri (il 35 che sara' completamente ricostruito) e la costruzione di nuovi spazi. Nel disegno della Fiera del futuro c'e' il padiglione 37, la cui costruzione e' gia' iniziata nell'ex area 48, ma soprattutto una grande arena polifunzionale, uno spazio circolare nei terreni a nord del quartiere, quelli oltre la ferrovia, da sempre destinati all'espansione del polo espositivo. Qui trovera' casa anche la Virtus Pallacanestro: si tratta di una struttura circolare dai 15.000 ai 20.000 posti che le V Nere condivideranno con la Fiera e che potra' essere utilizzata anche per concerti e altri eventi.

A firmare il masterplan l'architetto Mario Cucinella, che a Bologna ha gia' ideato la nuova sede del Comune e i nuovi spazi dell'Opificio Golinelli. Secondo quanto anticipato dal sindaco Virginio Merola qualche settimana fa, l'idea e' di partire coi lavori nella seconda meta' del 2020, con conclusione prevista nel 2024. Il nuovo protocollo di intesa tra il quartiere e gli enti locali getta le basi per trasformare una suggestione in progetti, avviando l'iter urbanistico necessario alla realizzazione delle opere.

Le piantine che permettono di gettare uno sguardo sul futuro del quartiere. C'e' la grande arena che ospitera' il basket, ci sono interventi piu' a ridosso di via Stalingrado, nuovi uffici da realizzare nel parcheggio Michelino, una 'food court' vicina al centro servizi.

2019120601879602881-3

Si definisce anche il perimetro della riqualificazione di piazza della Costituzione: nella piantina e' sparito il Palazzo degli Affari, l'ex sede della Camera di commercio, come se fosse gia' stato demolito, cosi' come il blocco a destra dell'ingresso che ospita salette e uffici (un tempo anche quelli di Bologna Finanziaria metropolitana).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel disegno anche i cammminamenti sopraelevati che collegheranno le varie strutture del quartiere. "Il nuovo Protocollo d'intesa assume come indirizzo di sviluppo e riqualificazione del polo funzionale fieristico di Bologna il perseguimento dell'obiettivo della massima integrazione urbana del suo insediamento, stabilendo che l'adeguamento degli strumenti urbanistici vigenti avverra' tramite la promozione, da parte del Sindaco del Comune di Bologna, di un accordo di programma", si legge nell'atto della Citta' metropolitana, che dovra' essere sottoscritto anche dalla Regione e dal Comune (e dalla Fiera, ovviamente). (AGENZIA DIRE)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 30 marzo: contagi +412, 95 morti

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

  • “Mio padre ha perso il lavoro e il frigorifero è vuoto, aiutateci": adolescente chiede aiuto al 112

Torna su
BolognaToday è in caricamento