Sciopero 10 novembre, sanità: garantite le urgenze

Interessa i lavoratori dell’area del comparto e della dirigenza amministrativa, sanitaria medica e veterinaria, tecnica e professionale

Venerdì 10 novembre sciopero generale indetto da USI, USB Pubblico Impiego, CIB-UNICOBAS, COBAS. L’Azienda Usl di Bologna garantisce i livelli minimi di attività previsti in caso di sciopero

Le Organizzazioni Sindacali USI, USB Pubblico Impiego, CIB-UNICOBAS, COBAS, hanno proclamato uno sciopero generale nazionale della pubblica amministrazione per la giornata di venerdì 10 novembre. Per quanto riguarda l’Azienda Usl di Bologna, lo sciopero interessa i lavoratori dell’area del comparto e della dirigenza amministrativa, sanitaria medica e veterinaria, tecnica e professionale.

L’Azienda garantisce, oltre alle urgenze, parte dell’attività programmata. Saranno assicurati, infatti, i livelli minimi di attività previsti dall’accordo sindacale in caso di sciopero, in linea con le disposizioni normative di riferimento.  

Anche Ausl Imola garantisce le urgenze ed i livelli minimi di attività previsti dal contratto in caso di sciopero, come da normativa di riferimento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento