Europee, Lega primo partito in Emilia-Romagna, Borgonzoni: 'Risulato enorme'

Il carroccio esulta per i numeri emiliano-romagnoli che rappresentano una svolta storica. Forza Italia è l'unico partito di destra che perde

Risultato "storico" alle elezioni europee in Emilia-Romagna. La Lega Nord, oltre a essere il primo partito del paese, sfonda anche in Emilia-Romagna, che vira al colore verde. A Bologna vince ne invece il PD.

Il leader del Carroccio, Matteo Salvini dopo aver ringraziato, avverte: "Sarà un periodo economico complicato, lo dico agli italiani, siamo perfettamente consapevoli delle difficoltà, vedremo di far valere in Europa le ragioni di questo gran Paese. Anche i valori e i principi, le radici giudaico-cristiane".

"Un risultato enorme" ha detto a Bologna Today il sottosegretario ai beni cultura Lucia Borgonzoni "che dimostra il radicamento sul territorio e il voto dei cittadini sulle scelte della Lega" si attende anche il risultato delle amministrative "in quel caso si elegge la persona e dipende dai macro-temi che possono spostare l'elettorato" in tutti i casi "la Lega Nord è il primo partito in Emilia Romagna e questo apre una porta porta per le elezioni regionali di novembre".

Per il sindaco Virginio Merola ora semrve un "cambio di passo" per contrastare il carroccio alle elezioni regionali.

“Una grandissima soddisfazione, un successo in Romagna che premia il nostro lavoro tra la gente e il nostro programma. Ringrazio Matteo Salvini, che con coraggio e determinazione ha portato avanti le nostre politiche, ringrazio chi ci ha votato e ringrazio i nostri militanti che hanno lavorato per questo risultato. Non è servita la guerra senza quartiere che è stata sferrata contro la Lega. Gli elettori hanno capito: siamo il primo partito in Italia, dalle prime proiezioni anche in Emilia Romagna e in Romagna, come detto, abbiamo risultati straordinari” ha dichiarato l’on. Jacopo Morrone, Segretario della Lega Romagna.

Sulla débacle di Forza Italia si pronuncia il deputato bolognese Galeazzo Bignami che si unisce al "tutti a casa" di Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria: "Sottoscrivo anche le virgole di quello che dice Giovanni Toti- scrive Bignami su Facebook- Basta. E lo dice chi si è sbattuto in lungo e in largo nella Regione".
"Bisogna rivoltare questo movimento come un calzino, puntando su chi vale, non sulle rendite di posizione feudali. E di persone che valgono ce ne sono, a tutti i livelli". E ammonisce: "Siamo l'unico partito del centrodestra che perde. Siamo l'unico partito di opposizione che perde. Cosa altro deve accadere per cambiare? Basta davvero".

L'Emilia-Romagna da rossa a verde, vince la Lega: a Bologna il PD tiene

Elezioni Europee, tutti i candidati della circoscrizione Nord Est

Elezioni europee 2019, i programmi dei partiti

Potrebbe interessarti

  • Forno a microonde: fa veramente male alla salute?

  • Amanti del vinile? 4 imperdibili negozi a Bologna

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli

  • Lasciare la casa in ordine prima di partire: 9 cose da fare

I più letti della settimana

  • Incidente in A1, un morto: traffico bloccato la domenica del rientro

  • Incidente in A14 tra Forlì e Cesena, muore ragazzo di San Lazzaro di Savena

  • West Nile, zanzare positive a San Giovanni in Persiceto

  • Incidente mortale sulla A14: chi era la giovane vittima

  • Concorso Mibac, bando per 1052 vigilanti: requisiti e materie d'esame

  • Incidente sulla A14: scontro tra auto due morti e tre feriti

Torna su
BolognaToday è in caricamento