Kobe Bryant morto in un incidente, la Fortitudo: "Le leggende sono per sempre"

l campione Nba Kobe Bryant ha perso la vita in un incidente di elicottero in California. Morta anche la figlia

IL POST DELLA FORTITUDO PER KOBE

"Gli eroi vanno e vengono, ma le leggende sono per sempre". E' il messaggio di addio per Kobe Bryant postato su Instagram della Fortitudo Basket di Bologna appena appresa la motizia della tragica morte del campione Nba, che ha perso la vita domenica 26 gennaio in un incidente di elicottero in California. Bryant stava viaggiando con almeno altre 4 persone sul suo veivolo privato quando si è verificato un incendio a bordo.

Secondo quanto afferma il sito Tmz - che ha sentito fonti della famiglia - ci sarebbe anche la figlia 13enne Gianna Maria tra le vittime dell'incidente. L'elicottero era diretto alla Mamba Academy di Thousand Oaks per un allenamento di basket.

Kobe Bryant, l'ultima partita all'Unipol Arena

IMG_9228-3

Chi era Kobe Bryant

Kobe Bryant, soprannominato 'Black Mamba', ha fatto la storia del basket Nba. Ha vestito per 20 anni la maglia dei Los Angeles Lakers, dal 1996 al 2016, vincendo 5 titoli (2000-2002, 2009, 2010).

Figlio dell'ex giocatore della Nba Joe Bryant, il campione 41enne morto in un incidente di elicottero in California è stato 18 volte All-Star, 15 volte membro del team All-Nba, 12 volte membro del team All-Defensive. Bryant è il quarto marcatore di sempre nella storia Nba.

Selezionato nel draft 1996 dagli Charlotte Hornets, ma ceduto subito ai Los Angeles Lakers, Kobe vince il suo primo anello nel 2000 formando un tandem eccezionale con Shaquille O'Neal. I gialloviola conquistano l'anello anche nelle due stagioni successive, 2001 e nel 2002.

Gli ultimi due titoli Bryant li vince nel 2009 e nel 2010, venendo votato Mvp delle Finals. Nel 2016 il ritiro dal basket, dopo parecchi infortuni e una gara d'addio spettacolare, condita da 60 punti contro gli Utah Jazz.

A 34 anni e 104 giorni, Bryant è diventato il più giovane giocatore nella storia della lega a raggiungere 30.000 punti carriera. È il miglior marcatore di tutti i tempi nella storia del franchising dei Lakers il primo febbraio 2010 quando ha superato Jerry West. Alle Olimpiadi estive del 2008 e del 2012 ha vinto la medaglia d'oro con gli Usa. Dopo il ritiro dallo sport agonistico, nel 2018, Bryant ha vinto l'Oscar per il miglior cortometraggio animato per il suo film Dear Basketball.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il nome di Bryant è stato legato a doppio filo all'Italia. Il padre Joe ha militato nel campionato italiano e Kobe ha vissuto nel nostro paese dall'età di 6 anni fino ai 13 anni, imparando alla perfezione l'italiano.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Emilia-Romagna, bollettino 23 maggio: +43 positivi, 193 guariti e calo dei casi attivi

  • Al fiume con gli amici, scompare tra i flutti: ragazzo trovato morto nel fiume Idice

  • Offerte lavoro Bologna fisso mensile

  • Nuova ordinanza Bonaccini: da lunedì aprono centri sociali, circoli, parchi tematici e riprendono gli stage

  • Spostamenti tra regioni in dubbio, Bonaccini: "Prudenza alta, si rischia la chiusura" 

  • Bollettino Covid Bologna 18 maggio: vicini a zero casi, ma ancora 4 morti | GRAFICI E DATI, COMUNE PER COMUNE

Torna su
BolognaToday è in caricamento