Coronavirus, solidarietà sotto le Torri: "Mi alzo alle 4 per regalare la colazione a medici e infermieri del pronto soccorso"

Maria Blaj è la titolare del Bar Pasticceria Bistrot Rapid: "E' l'unica cosa che posso fare in questo momento.Le persone che lavorano in ospedale sono straordinarie, e dobbiamo dargli forza"

Maria Blaj titolare Bar Pasticceria Bistrot Rapid

Saracinesche abbassate e strade vuote. Nonostante le giornate di sole e l'aria primaverile, Bologna è muta. Non si sentono clacson, i rumori dei semafori, le voci sui dischi dei bus che annunciano le fermate, delle auto o moto che sfrecciano sui sanpietrini del centro o il vociare dei turisti. Qello che riecheggia però,  è il messaggio d'invito a restare a casa diffuso con un megafono dalla Polizia Locale.

Dalle finestre si intravede qualche viso, e su un balcone un bambino conta fiori e foglie tra i vasi. Ai tempi del Coronavirus si resta barricati tra le mura domestiche, in attesa di qualche buona notizia. Si appendono messaggi di speranza dai balconi, o si canta tutti insieme per cercare di stemperare tensione e quel senso di solitudine. Ma nonostante il 'blocco' imposto dal Governo per cercare di contrastare la diffusione del virus, sono tante le persone che quotidianamente si alzano per andare a lavoro. Tra questi  medici, infermieri, operatori sanitari, oss e volontari da giorni 'in trincea'. Instancabili, con addosso turni massacranti, pronti ad affrontare nuove emergenze e a salvare vite. 

Nel corso di questi giorni sono state tantissime le gare di solidarietà avviate da singoli cittadini, fondazioni o enti per sostenere gli ospedali italiani, e a Bologna non è andata diversamente. Basti pensare al 19enne universitario che è riuscito a raccogliere 100 mila euro in un giorno,  per sostenere il Sant'Orsola.  Si, perchè nonostante i divieti e le restrizioni quello che corre veloce sotto le Due Torri, e nessuno riesce a fermare, è la solidarietà dei bolognesi. 

Fuori dagli ospedali della città campeggiano striscioni di incoraggiamento per tutti i sanitari. Centinaia le attestazioni di solidarietà e gratitudine e tanti i titolari di attività che hanno deciso di aiutare, per quel che possono, sanitari e operatori ad andare avanti. Tra questi Maria Blaj, del Bar Pasticceria Bistrot Rapid di via Mazzini, che ogni giorno alle 4 si alza per andare a preparare biscotti e brioches da regalare agli operatori del pronto soccorso del Sant'Orsola.

"Dal giorno della chiusura totale vengo comunque in pasticceria e preparo la colazione per le persone che lavorano nel pronto soccorso del Sant'Orsola, e la faccio consegnare - spiega a BolognaToday la titolare - Sono chiusa al pubblico e i miei dipendenti sono tutti casa. Mi alzo ogni mattina alle 4 e lo faccio per loro, medici, infermieri e chiunque ne abbia bisogno perché credo sia il minimo da fare in questo momento. Considero queste persone straordinarie, meravigliose e hanno bisogno di tutti noi, e gli preparerò la colazione fino a quando riuscirò, fino a quando avrò le materie prime per farlo, anche perché non sappiamo se riapriremo il 25 marzo o meno".

E ancora: "E' bene sottolineare che tutto quello che mando segue precise norme igienico-sanitarie, in accordo con il responsabile del pronto soccorso che ho contattato non appena è partita l'emergenza. Le mie colazioni, una cinquantina al giorno, vengono consumate dai tre turni che si danno il cambio, e consegnate tramite un esponente dell'assocazione Fanep. Resto nel locale più o meno fino alle otto, e quando ho finito chiudo tutto e torno a casa". 

Maria Blaj poi lancia un appello: "Invito tutti i colleghi che hanno un'attività, se non l'hanno ancora fatto, a fare qualcosa di simile. Abbiamo tutti materie prime nei nostri locali, e invece di aspettare che scadano possiamo utilizzarli e cosegnarli negli ospedali, o a chi ne ha bisogno. Io continuerò fino a quando ne avrò le forze, e non posso dire altro che grazie a tutti coloro che lavorano nelle strutture ospedaliere. Vi siamo vicini, forza!".

Coronavirus, aggiornamento Emilia-Romagna: 3622 (+429) positivi, 7 nuovi morti nel Bolognese

Coronavirus, pacchetto della Regione: altre 9 settimane in cassa integrazione

Coronavirus, Medicina zona rossa: "Vietato entrare e uscire" | VIDEO

Coronavirus, Comune di Medicina in isolamento. Residenti: "Esercito e Carabinieri a serrare la strada"

Coronavirus, Agenzia delle entrate-riscossione: accesso sportelli solo su appuntamento

Coronavirus, il focus su Bologna: ricoveri in crescita, ma numeri ancora contenuti

A Valsamoggia la produzione dei macchinari per i malati di Coronavirus: "Lavoriamo solo per l'Italia"

FOTONOTIZIA | La Fp Cgil denuncia: "Mascherine 'come zorro' al Maggiore"

Controlli della Polizia su bar, pizzerie, negozi e persone: fioccano denunce

FOTONOTIZIA| Coronavirus, triage esterno: tende al Sant'Orsola e al Maggiore

Coronavirus, babysitter e colf gratis per operatori sanitari

"Insieme si può: l'Emilia-Romagna contro il coronavirus": ecco l'Iban dedicato

Coronavirus: stop voli da e per l'Italia, paese off-limits

Coronavirus, al Sant'Orsola task-force tamponi: sospese le visite programmate

Coronavirus, solidarietà digitale: dove vedere film, serie e contenuti gratis

La scuola ai tempi del coronavirus, la Divina Commedia online | VIDEO

Coronavirus, autocertificazione: scarica il modulo, chi può spostarsi 

Coronavirus: 5 raccomandazioni igieniche per cani e gatti

Pizze sospese per medici e operatori sanitari: "Venite qui, ve le offriamo noi"


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 2 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 3 aprile: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 31 marzo: i dati comune per comune

  • Coronavirus Bologna e provincia, bollettino 4 aprile: i dati comune per comune

  • “Mio padre ha perso il lavoro e il frigorifero è vuoto, aiutateci": adolescente chiede aiuto al 112

  • Coronavirus Emilia Romagna, bollettino 2 aprile: +546 contagi, si contano ancora 79 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento