Castiglione: apre a Baragazza il dispensario farmaceutico

Il servizio sarà attivo dal 18 novembre 2020

Apre nella frazione di Baragazza, a Castiglione dei Pepoli, il dispensario. Dopo l’annuncio della chiusura della farmacia nella piccola località, il timore della perdita del servizio da parte della comunità era alto, ma una soluzione adesso è stata trovata. 

Baragazza è la seconda frazione più popolosa del Comune di Castiglione dei Pepoli ed è punto di riferimento di tutta la Valle del Gambellato, che comprende anche Roncobilaccio, San Giacomo e Monte Tavianella. Un’area vasta e popolosa che d’estate, grazie alle seconde case, aumenta in modo considerevole gli abitanti. E così, come spiega una nota, alla notizia della chiusura della farmacia l’amministrazione comunale si è attivata  per evitare la perdita di un servizio fondamentale.

L’amministrazione ha quindi optato per la soluzione più rapida e sicura: istituire un dispensario farmaceutico, ossia una struttura destinata alla distribuzione di medicinali di uso comune e di pronto soccorso già confezionati. Un servizio quindi che si discosta poco dalla farmacia ‘tradizionale’, tranne che per l’autonomia gestionale e la possibilità di preparare farmaci sul posto.

Per norma di legge la gestione del dispensario va affidata al titolare della farmacia più vicina. E’ stato coinvolto quindi il dottore Paolo Pagliarini della Farmacia Ercolani, che ha accettato con entusiasmo, e che manterrà l’orario di apertura storico e i servizi di prenotazione tramite CUP. Il servizio aprirà mercoledì 18 novembre.

Soddisfatto il sindaco di Castiglione dei Pepoli Maurizio Fabbri: “L’annuncio della chiusura della farmacia ci ha gelato il sangue. Baragazza è un paese molto importante e punto di riferimento di una vasta zona del nostro territorio. Una zona in crisi da tanti anni su cui vogliamo investire per invertire il trend, data anche la straordinaria bellezza dei luoghi. Abbiamo quindi battuto velocemente tutte le strade per trovare una soluzione. Devo ringraziare il Dott. Paolo Manfredi, Presidente dell’Ordine dei Farmacisti per avermi aiutato ad individuare la soluzione più corretta e sicura, e ovviamente il Dott. Pagliarini per aver accettato con entusiasmo questa nuova sfida, dimostrando senso di responsabilità e attaccamento al territorio”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, bollettino 24 novembre: +2.501, per la prima volta flessione sui contagi settimanali

  • Emilia-Romagna verso la zona gialla, Donini: "Aspettiamo una settimana"

  • Coronavirus Emilia-Romagna: il virus picchia duro, nell'imolese morto un 45enne

  • Martina stroncata dal covid a 21 anni: "La conoscevo da sempre... usiamo meno leggerezza d'ora in avanti nel parlare della malattia"

  • Nuova ordinanza regionale: confermate le misure, altre attività aperte nei prefestivi

  • Covid Bologna ed Emilia-Romagna, il bollettino: l'epidemia rallenta, ma ci sono 50 morti

Torna su
BolognaToday è in caricamento