menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto archivio

Foto archivio

Regionali, vince Salvini: alla Lega la piazza principale di Bibbiano il 23 gennaio

Le "Sardine" avevano presentato richiesta prima del Carrocco, ma così ha stabilito la Questura reggiana

"Salvini si rifiuta di lasciare la piazza, noi invece scegliamo il rispetto della comunità e delle istituzioni". Così i portavoce delle "Sardine" dopo che la Questura di Reggio Emilia ha concesso la piazza principale di Bibbiano alla Lega.

Salvini e Borgonzoni infatti avevano organizzato la chiusura della campagna elettorale nel comune del reggiano, teatro dell'inchiesta sui presunti affidi illeciti dei minori, punto cardine del Carroccio, come prova nero su bianco un foglio lasciato da un militante della Lega, durante l'incontro tra Matteo Salvini e i candidati in un hotel bolognese ("La clava" su Bibbiano).

Benchè la "Sardine" l'avessero richiesta per prime, per lo stesso giorno, il 23 gennaio, a loro è toccata piazza Libero Grassi di Bibbiano. "La prepotenza e la lotta per le piazze non ci appartengono - dichiara Giulia Sarcone, una degli organizzatori delle Sardine reggiane - adesso noi chiediamo ai cittadini di Bibbiano e di tutta la Val d'Enza la loro parola: faremo un'assemblea lunedì 20 gennaio nella sala polivalente del cinema Metropolis di Bibbiano per chiedere loro se vogliono tornare in piazza. Intanto abbiamo chiesto la piazza Libero Grassi di Bibbiano per il giorno 23 gennaio alle ore 19". 

"Giovedì prossimo in piazza a Bibbiano ci saremo io, Lucia Borgonzoni e la Lega - ha twittato Salvini - lo avevo promesso a quelle mamme e a quei papà, perché questa tremenda vicenda è una vergogna che grida vendetta, altro che “raffreddore”.

"Noi siamo più ferrati sulle piazze, ne abbiamo riunite 140 in due mesi - ha detto ieri mattina Mattia Santori - si può segnalare una manifestazione, politica o flash mob, e le carte dicono che siamo arrivati prima noi". L'unica cosa che può succedere, secondo Santori "e se ne assumeranno loro il rischio, che la Prefettura o il Questore ci dicano 'invece di darla a voi la diamo agli altri, siamo spesso stati sgridati dalle questure" perchè hanno aspettato l'ultimo momento" conclude l'esponente delle sardine. 

salvini twitt-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Casalecchio: aperto il nuovo ristorante McDonald’s 

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BolognaToday è in caricamento