Capodanno in piazza a Bologna: il programma del 2019

Dal 28 dicembre all'1 gennaio si danzerà per tutta la città, dal centro fino alle periferie

Dal 28 dicembre all'1 gennaio si danzerà per tutta la città, dal centro fino alle periferie. E' dunque Capodanno per cinque giorni: si ballerà per strada, con oltre 400 danzatori e più di 25 tra scuole di danza e associazioni culturali, la sera di San Silvestro in piazza Maggiore con i dj locali del Collettivo musicalista petroniano. Ancora danze l giorno dopo sul Crescentone, dopo la messa, per un primo gennaio insolito tra una valzer viennese e un'esibizione di hip hop.

E' questo il cartellone di Dancin'Bo, che aspira a diventare un format e che renda Bologna riconoscibile nel panorama nazionale. L'ultima settimana del 2018 diventa una specie di laboratorio per costruire i prossimi fine anno.

Nei primi mesi del nuovo anno, l'amministrazione lancerà un invito pubblico per raccogliere proposte e progetti artistici per costruire il programma "partecipato e condiviso" dell'edizione 2019/2020 di Dancin' Bo. "Mi piacerebbe che questa diventasse la settimana che tutta la città aspetta. Ma vorrei anche che Bologna fosse considerata un luogo dove proporre delle cose", spiega l'assessore alla Cultura, Matteo Lepore, convinto dalle due serate estive in piazza Verdi dedicate alla danza che fosse "l'anno buono" per rilanciare la sesta arte in città'.

Palazzo D'Accursio, affiancato da Città Metropolitana, Bologna Welcome, Ascom, Confesercenti e Legacoop, ha messo a budget circa 240.000 euro per il Capodanno. 

Si balla ovunque 

In piazza Galvani, piazza Maggiore, in piazza dei Celestini, sotto il voltone del Podestà, ma anche fuori porta, al Mercato Sonato, al centro Montanari, all'Arci Benassi e al Tpo, in sedici location diverse. Lindy pop, tango, danza classica, valzer, break dance, balli di gruppo, latino americani, folk, etnici, tradizionali e la polka chinata, una 'specialita'' tipicamente bolognese.

Accanto a professionisti affermati si esibiranno anche ballerini delle associazioni di danza sportiva, i gruppi dei centri sociali e di aggregazione, le crew di street dance, i danzatori di balli storici e gruppi di danza etnica, in un insieme di appuntamenti che si svolgerà tutti i giorni dal tardo pomeriggio fino a notte.

Dancin'Bo dedica uno speciale omaggio a Lucio Dalla: le note di Piazza Grande, Felicità e Balla balla ballerino saranno infatti oggetto di tre speciali coreografie create dal giovane coreografo Alessio Vanzini e Balla balla ballerino diventera' la colonna sonora di tutte le giornate di festa. "Ma Bologna non diventerà una balera, il nostro è un approccio culturale alla danza", assicura Vittoria Cappelli, ideatrice del progetto.

Ma la 'Filuzzi' non mancherà e aprirà la play list della notte di San Silvestro a cura dei dj petroniani, che metteranno musica dalle 22 all'una e mezzo, con una pausa allo scoccare della mezzanotte per il rogo del Vecchione. La festa continua il giorno dopo in piazza, dalle 12.30: dopo un giro di valzer, il Crescentone ospiterà le danze e le tradizioni di diverse parti del mondo per dare vita a una performance collettiva e interculturale in collaborazione con il Centro Interculturale Massimo Zonarelli. (dire)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • Elezioni Regionali Emilia-Romagna, i risultati: Bonaccini vince e va oltre il 50 per cento

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

Torna su
BolognaToday è in caricamento