Fiere Fiera / Viale della Fiera

Children’s Book Fair apre le porte: Bologna capitale della cultura per i ragazzi

Una enorme libreria internazionale che raccoglie tutti i classici e le novità del settore. Poi una grande area dedicata all'illustrazione e ancora incontri, laboratori, dibattiti per un programma ricco di temi, ospiti, opere e bellezza

Inaugurata ieri la Bologna Children's Book Fair (Fiera del libro per Ragazzi) 2014, in programma alla fiera di Bologna fino a giovedì 27 marzo.
E' stata Marta Suplicy, Ministro alla Cultura del Brasile, Paese Ospite di questa edizione, a dare il via in maniera ufficiale all'evento. Al taglio del nastro anche Duccio Campagnoli, Presidente di BolognaFiere.

Bologna Children’s Book Fair apre al pubblico dei bambini e dei giovani, delle famiglie, degli insegnanti e degli educatori. Un intero padiglione – il 33 – ospita da sabato 22 a giovedì 27 marzo 2014 la prima edizione della SETTIMANA DEL LIBRO E DELLA CULTURA PER I RAGAZZI e sceglie di chiamarsi "Non ditelo ai grandi", come il famoso saggio sulla letteratura infantile della scrittrice americana Premio Pulitzer Alison Lurie.
“La settimana del libro e della cultura per i ragazzi” è un format completamente nuovo: intorno a una grandissima libreria internazionale per ragazzi ? una libreria che solo la Fiera del libro per ragazzi può realizzare raccogliendo e presentando tutti i classici e le novità proposte in Fiera – e a una grande area dedicata all’illustrazione, avvengono incontri, laboratori, mostre, convegni, dibattiti, presentazioni, dediche, per un programma ricco di temi, di ospiti, di opere e di bellezza.
Il titolo della prima edizione della SETTIMANA Non ditelo ai grandi vuol dire largo ai giovani: dai piccolissimi ai teenagers, dagli autori alla loro prima opera agli appassionati che per la prima volta si avvicinano al mondo per molti aspetti sovversivo e rivoluzionario della letteratura infantile. La Fiera del libro di Bologna per ragazzi, dopo 50 anni di successo per la promozione degli incontri tra i professionisti, sente profondamente l’attualità del tema della formazione culturale dei giovani cittadini del mondo. Così la forza dell’editoria per ragazzi, con i suoi autori e i suoi illustratori, che vive ogni anno a Bologna l’evento più importante al mondo per il settore, genera un’occasione ulteriore di scambio, di confronto e di presa di coscienza per discutere e per sostenere la diffusione del libro e la promozione della lettura e per guardare con più attenzione alla sensibilità, alla cultura e alla formazione di bambini, ragazzi e giovani adulti: per contribuire a creare, insomma, una nuova consapevolezza culturale, dando la possibilità proprio ai destinatari di quei titoli e di quelle pubblicazioni, di toccare con mano, leggere, guardare e coinvolgersi con le novità dell’editoria che li riguarderanno nei prossimi anni.

BolognaFiere realizza quest’importante progetto in collaborazione con AIE Associazione Italiana Editori, con il Centro per il Libro e la Lettura, con l’Università di Bologna, con la Regione Emilia?Romagna, la Provincia di Bologna e il Comune di Bologna. Alla “La settimana del libro e della cultura per i ragazzi” ? Non ditelo ai grandi la scuola ha un posto speciale e il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca vi partecipa, riprendendo una tradizione di presenza importante alla Fiera di Bologna e cogliendo l’opportunità per un confronto con i docenti sulla tematica della lettura a scuola, sulla quale il Ministero si è impegnato negli anni, a partire dal progetto Amico libro fino alle olimpiadi scolastiche in tema di letteratura e letture classiche. La manifestazione gode anche del patrocinio dell’Ufficio Scolastico Regionale per l’Emilia?Romagna, che ha riconosciuto alla partecipazione dei docenti ad alcuni appuntamenti – il convegno “La letteratura dall’alfabeto – I libri fanno scuola” e gli incontri curati dal Centro di Ricerca in Letteratura per l’Infanzia (CRLI) dell’Università di Bologna – il valore di “iniziativa formativa”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Children’s Book Fair apre le porte: Bologna capitale della cultura per i ragazzi

BolognaToday è in caricamento