Martedì, 26 Ottobre 2021
Scuola

Liceo Sabin: lavori rinviati e aule prefabbricate in ritardo, si rischia la didattica a distanza

La denuncia: "La data comunicata per la consegna delle aule prefabbricate "è metà ottobre ma, a un mese di distanza, nessuno dei lavori di preparazione è stato ancora avviato"

Rischia la didattica a distanza il liceo Sabin di Bologna. In un documento, il Consiglio d'istituto, la dirigenza della scuola e le stesse famiglie denunciano infatti "vecchi e nuovi problemi legati all'edilizia scolastica, che tengono in scacco l'intero liceo di via Matteotti" - riporta la Dire -  La conseguenza  è che la "didattica in presenza è a rischio", perchè "gli spazi sono insufficienti" per i 1.600 studenti, i docenti e il personale Ata.

Il problema, si spiega dalla scuola, nasce anche in questo caso dal "ritardo nell'installazione dei 12 moduli prefabbricati in bio-edilizia previsti dalla Città metropolitana, che si somma al ritardo ormai storico dei lavori di ampliamento della sede in via Matteotti". Questi lavori, denuncia l'istituto, "furono richiesti nel 2017, sono stati programmati per settembre 2020 e rimandati a giugno 2021. A settembre 2021 non sono ancora iniziati, nonostante le continue comunicazioni di avvio". L'anno scorso il Sabin aveva 23 classi in Fiera, padiglione che ad oggi non è più disponibile.

Da qui la soluzione alternativa delle 12 aule prefabbricate. I lavori per il Sabin, però, "sono stati messi in coda a tutte le altre scuole, utilizzando un criterio temporale determinato dalle tempistiche della Città metropolitana e non il più logico ed equo criterio di priorità legato ai bisogni di spazio delle scuole stesse", attacca l'istituto. Ad oggi, tra l'altro, la data comunicata per la consegna delle aule prefabbricate "è metà ottobre ma, a un mese di distanza, nessuno dei lavori di preparazione è stato ancora avviato".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Liceo Sabin: lavori rinviati e aule prefabbricate in ritardo, si rischia la didattica a distanza

BolognaToday è in caricamento