Politica

Fini a Bologna: "Bersani e Vendola non sono d'accordo neanche su Monti"

A Bologna per inaugurare il nuovo reparto di Neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Sant'Orsola, Fini ha rilasciato commenti politici e dichiarazioni su vari fronti

Gianfranco Fini, a Bologna questa mattina per partecipare all'inaugurazione del nuovo reparto di Neuropsichiatria infantile dell'Ospedale Sant'Orsola, è stato interrogato sugli argomenti più caldi della politica, le Primarie: "Il fatto che due dei principali concorrenti in lizza alle primarie del centrosinistra, ovvero Bersani e Vendola, siano divisi sull'operato del governo Monti dimostra che le recenti esperienze negative dei governi Prodi non hanno insegnato molto. E' significativo che partecipino alle primarie due esponenti che su due grandi questioni, forse le più rilevanti del governo Monti come le riforme delle pensioni e del mercato del lavoro, hanno avuto posizioni radicalmente diverse tra di loro".

MONTI NON ARCHIVIATO, DALLE ELEZIONI UN GOVERNO POLITICO.  Fini auspica "un governo politico che si chiama Monti proprio per fare in modo che la sua azione iniziata non venga archiviata, ma anzi arricchita da ulteriori iniziative soprattutto per far ripartire l'economia. Più chiaro di così?". Il presidente della Camera lo ha detto a Bologna. Dalle elezioni deve nascere un governo politico, perché i tecnici sono sempre una pagina straordinaria, eccezionale, non possono essere l'ordinaria gestione di una democrazia", ha aggiunto Fini.

SCIOPERO GENERALE E DISORDINI FRA GLI STUDENTI. "Manifestare è un diritto democratico. Dopo di che è evidente che nessun manifestante, quale che sia la ragione per la quale va in piazza, può avere il diritto di aggredire le forze dell'ordine o di determinare con i proprio comportamenti uno stato di tensione". Così il presidente della Camera, Gianfranco Fini, a chi gli ha domandato un commento sull'annuncio di nuove manifestazioni. Fini, a Bologna a margine dell'inaugurazione di un nuovo reparto all'Ospedale Sant'Orsola, a chi gliel'ha domandato ha detto anche di non aver visto il filmato con i lacrimogeni dal palazzo del Ministero della Giustizia. "E' positivo - ha sottolineato - che le autorità preposte abbiano detto 'verificheremo con un'inchiesta quello che esattamente è accaduto".

LEGGE DI STABILITA'. Il presidente della Camera, Gianfranco Fini, è convinto che la legge di stabilità venga approvata definitivamente dal Parlamento entro il 2012. "La Camera - ha spiegato - la approva giovedì. E non ho motivi di pensare che il Senato non sia altrettanto sollecito, rispettando il regolamento nella successiva approvazione". E anche, ha aggiunto Fini a margine di un incontro a Bologna, "se dovesse esservi, cosa che non escludo, un terza lettura, non ho dubbio sul fatto che sarà approvato definitivamente dal Parlamento entro la fine dell'anno".

ELECTION DAY. Non si tratta di essere favorevoli o contrari. Sapete chi ha partecipato all'incontro di ieri". Gianfranco Fini ha risposto così a chi gli ha domandato se da parte sua ci sia un auspicio per l'Election day, facendo riferimento a quanto diffuso ieri dopo l'incontro al Colle con il Presidente della Repubblica Napolitano, il presidente del Senato Schifani e il premier Mario Monti. "Il comunicato del Presidente della Repubblica è chiarissimo", ha aggiunto.
Siparietto per Gianfranco Fini, a Bologna. Due clown della Fanep (associazione di parenti e amici di pazienti della neuropsichiatria infantile) lo hanno atteso davanti all'ingresso dell'aula magna dell'ospedale Sant'Orsola, dove il presidente della Camera era atteso per inaugurare un nuovo reparto. "Ci sono dei colleghi", il saluto scherzoso di Fini. "Siamo il suo picchetto di onore. Io ho prestato servizio come granatiere", la risposta di uno dei due pagliacci.

UN COMMENTO ANCHE AL BOLOGNA CALCIO. Fuori programma calcistico all'ospedale Sant'Orsola di Bologna, dove Gianfranco Fini ha inaugurato il nuovo reparto di neuropsichiatria infantile. Il presIdente della Camera, bolognese, ha salutato il presidente del Bologna Albano Guaraldi, raccomandandosi per la partita di campionato di domani con il Palermo al Dall'Ara. "Domani è essenziale. Ultimamente si balla un po'. Per lei - ha aggiunto - ho grande stima e simpatia". "Domani vedremo di fare il possibile", ha risposto il numero uno dei rossoblù.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fini a Bologna: "Bersani e Vendola non sono d'accordo neanche su Monti"

BolognaToday è in caricamento