Elezioni comunali provincia di Bologna 2013

Ancora elezioni: il 26 e 27 maggio a Camugnano, Granaglione e Imola si elegge il nuovo Sindaco

Ancora due giorni di voto, questa volta amministrative: in provincia di Bologna, si vota a Granaglione e Imola. Elezioni straordinarie nel comune commissariato di Camugnano

Le elezioni non finiscono mai: sembrano appena passate le primarie, primo e secondo turno, le politiche e le presidenziali, ma sarà ancora scrutinio il 26 e 27 maggio: 16 comuni in Emilia Romagna e 3 in provincia di Bologna, Camugnano, Granaglione e Imola eleggeranno o riconfermeranno il loro Sindaco.

CAMUGNANO. Non mandati in scadenza nel comune dell’Appennino, ma dimissioni a gennaio del vicesindaco prima e del Sindaco di centrosinistra Alfreo Verardi poi. l piccolo centro dell’Appennino, con poco più di duemila abitanti, era stato passato sotto la mannaia programma Report per le spese del segretario comunale Giorgio Cigna: dividendosi tra Camugnano e Castel di Casio, tra stipendio base, indennità e rimborsi quasi 110 mila euro all'anno di soldi pubblici. Abitando a Forlì, riceveva anche il rimborso chilometrico per il tragitto casa lavoro. Quindi l’esposto del consigliere regionale Andrea Defranceschi, capogruppo del Movimento 5 Stelle, camugnanese doc. Quindi, comune commissariato dalla prefettura che ha nominato la dottoressa Anna Clausi.

GRANAGLIONE. Il Comune più meridionale della provincia di Bologna, a confine con la provincia di Pistoia, vede il sindaco uscente Giuseppe Nanni, una trentina d’anni in politica, al suo terzo mandato, non consecutivo: dai socialisti e dalla sinistra, nel '94 cambia rotta e viene appoggiato per ben due volte dal centrodestra, riportando nel 2008 un risultato schiacciante contro l’avversario.

IMOLA. Eletto per la prima volta nel 2008, il sindaco uscente Daniele Manca, 44 anni, inizia molto presto con la politica: a 21 anni, è eletto consigliere comunale a Dozza, nel 1992 diventa assessore e dopo sindaco di Dozza, per due mandati, con il centrosinistra. Dal 1998 al 2001 è presidente dell'Enoteca regionale dell'Emilia-Romagna, poi consigliere provinciale, segretario della federazione imolese dei Democratici di Sinistra, riconfermato a pieni voti nel 2004.
Nel 2004, alle elezioni amministrative, viene eletto consigliere comunale di Imola e nel 2005 è consigliere regionale, fino alla elezione a sindaco di Imola, il 13 e 14 aprile 2008. Dal giugno 2010 è presidente di Anci Emilia-Romagna. E’ inoltre membro del Direttivo nazionale dell’Associazione dei Comuni. Nel settembre 2010 è eletto presidente del Nuovo Circondario Imolese. Si ricandida con un’alleanza larga che contiene anche centristi e Sel Bologna e Emilia Romagna, ma non Sel Imola perché il segretario del circolo Francesco Chiaiese non lo appoggerà.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora elezioni: il 26 e 27 maggio a Camugnano, Granaglione e Imola si elegge il nuovo Sindaco

BolognaToday è in caricamento