Elezioni Bologna 2021

Comunali, il Movimento 24 agosto presenta Luca Labanti: "Il nostro candidato ideale"

Labanti, avvocato 50enne bolognese, si è presentato in videoconfenrenza e a breve ci sarà la presentazione ufficiale, in presenza, con tanto di programma dettagliato

Foto Luca Labanti

Equità, ambiente, mobilità, coesione sociale e azzeramento delle disuguaglianze. Sono queste le linee guida per la campagna elettorale di Luca Labanti, candidato a sindaco di Bologna per il Movimento 24 agosto per l'equità territoriale. Labanti, avvocato 50enne bolognese, si è presentato alla città e ai giornalisti in videoconfenrenza ma a breve ci sarà la presentazione ufficiale, in presenza, con tanto di programma dettagliato.

"Non ho avuto un attimo di esitazione ad accettare questa proposta che mi ha riempito di orgoglio. Da tanto seguivo il movimento – ha detto Labanti – e ho avuto da subito il desiderio di mettermi al lavoro perché credo sia fondamentale lavorare in squadra e questa è una squadra che ha enormi potenzialità. Dobbiamo lavorare uniti perché ci sono tante cose da fare: Bologna non è quella che era prima, è cambiata, si è incupita, è diventata grigia, ha perso quella vivacità anche culturale che aveva. Sono nato e vissuto qui, da sempre, dal 1998 lavoro come avvocato e in tutti questi anni la mia città l'ho vista peggiorare, prima in maniera lenta poi invece precipitosamente. Sotto diversi punti di vista, a partire dalla diseguaglianza sociale: non c’è coesione sociale ma un individualismo portato agli estremi. Noi dobbiamo lavorare per riportare l’individuo al centro"

"La Bologna che immagino, partendo dalla realtà, senza fare propaganda, è una città che garantisca l'articolo 118 della Costituzione, il principio della sussidiarietà, ecco noi dobbiamo lavorare per fare in modo che questo principio venga effettivamente attuato nel nostro territorio. Ma prima di fare promesse, voglio vedere quali saranno le disponibilità economiche. I programmi li presenteremo nel dettaglio – ha detto Labanti – senza dubbio al centro della nostra campagna ci sono l'ambientalismo, la mobilità e l'interdipendenza economica nord-sud".

"Una delle cose che mi piacerebbe fare è la collaborazione con il meridione: stringere gemellaggi con comuni del sud, per esempio, e aiutare tutti i fuorisede che vivono qui a Bologna e che hanno difficoltà economiche. Come? Creando infrastrutture, lavorando per capire cosa si può fare con il collegamento centro-aeroporto, in alternativa al costoso people mover. C'è tanto lavoro da fare e metteremo le nostre idee in campo ma ribadisco un concetto: preferisco non fare propaganda e fare un discorso realistico. Al più presto presenteremo il programma nel dettaglio".

Perché la scelta Luca Labanti

"La scelta di M24A di candidarsi a Bologna – afferma Donato Rinaldi del direttivo nazionale M24 – non è stata né casuale né scontata. Bologna, La Dotta è un punto di incontro di molte culture diverse. È una città aperta a tutti e alla quale tecnicamente non manca nulla. Tuttavia, occorre una ventata di aria fresca nel suo universo ormai statico". 

"Uno sguardo al futuro che vi proietti tutti, senza lasciare nessuno indietro, dando a ciascuno le stesse possibilità, le stesse garanzie e gli stessi diritti: dalle periferie al centro, dai servizi sociali alla scuola, dalla viabilità alle infrastrutture, dal lavoro all' ecologia senza dimenticare le fasce più deboli come anziani, diversamente abili e bambini. Equità di genere ed equità per tutti".

"Abbiamo cercato un candidato pulito, una faccia nuova, ma che allo stesso tempo fosse conosciuto e stimato nel suo territorio. Un candidato che abbracciasse i valori del nostro movimento. Abbiamo cercato un candidato con queste caratteristiche e le abbiamo trovate nell' avvocato Luca Labanti. Abbiamo trovato in lui non solo l'anello di congiunzione tra nord e sud ma anche l'anello di collegamento tra bolognesi e meridionali in Bologna".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comunali, il Movimento 24 agosto presenta Luca Labanti: "Il nostro candidato ideale"

BolognaToday è in caricamento