rotate-mobile
Venerdì, 9 Dicembre 2022
Elezioni Politiche 2013

Presentazioni liste Pdl, Carraro: “Io paracadutato? Verrò qui un giorno alla settimana”

Alla presentazione delle liste Pdl, torna a farsi sentire la diatriba politico-calcistica su Franco Carraro "reo" della retrocessione del Bologna

Lo hanno definito “estraneo e paracadutato” ed è lui stesso a confermarlo, ma “Verrò tutte le settimane almeno un giorno qui in Emilia-Romagna e mi terrò in contatto via Twitter e sul web". Così Franco Carraro, la cui candidatura al Senato per il Pdl ha scatenato polemiche, anche per il suo presunto coinvolgimento nella retrocessione del Bologna Calcio nel 2005.
Dopo il confronto nella sede del “Resto del Carlino” con l'allora presidente Giuseppe Gazzoni Frascara, suo accusatore, Carraro, è tornato sull’argomento alla presentazione delle liste Pdl: "Chiarirò tutto e poi di questo non parlerò più. Se tutte le questioni calcistiche dovessero impedirmi di esercitare la mia attività, avrei problemi ovunque: a Catania, Perugia, Firenze, Genova, Napoli...". Ma smessi i panni dell’ex presidente Federcalcio promette: "Sarò molto presente in aula e in commissione. Io vecchio? Dico francamente che non vorrei mai fare il ministro o il sottosegretario, però penso che essendomi occupato di tante, potrei essere un buon legislatore".

ANNA MARIA BERNINI.  Si dice dispiaciuta della non candidatura di Fabio Garagnani, ma “I cosiddetti paracadutati sono persone che hanno lavorato in Parlamento", così l’ex Ministro delle Politiche Europee e candidata al Senato alle spalle di Silvio Berlusconi. "Controllate il livello di produttività di queste persone e finiamola con gli esami del sangue alla nostra lista. Bisogna parlare dei problemi degli elettori".

FILIPPO BERSELLI. Concorde anche il coordinatore regionale, non ricandidato: "I nostri candidati sono ottimi, affronteranno i temi reali che interessano i cittadini". Quindi ha attaccato la lista di Mario Monti: "Sono voti regalati al Pd, hanno già l'accordo con Bersani. E' un'operazione sotto banco, che frega gli elettori".

MICHELA VITTORIA BRAMBILLA. "Le polemiche fanno parte di ogni campagna elettorale", ma non ci sta ad essere definita paracadutata, la capolista alla Camera: "Mia madre è di Cesenatico, io sono per metà romagnola e ne vado orgogliosa". Quindi ha ricordato che, come ministro del turismo nell'ultimo governo Berlusconi, "sono rimasta sul territorio e vicina alla Romagna: una cosa su tutte il riconoscimento degli incentivi e delle agevolazioni alle imprese turistiche come a quelle industriali".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Presentazioni liste Pdl, Carraro: “Io paracadutato? Verrò qui un giorno alla settimana”

BolognaToday è in caricamento