Politica

Buono scuola per il 2012? Pdl, "Sì, ma occorre legge chiara su paritarie"

In città dibattito su "buono scuola" e rinnovo per il 2012 della convenzione comunale con le scuole cattoliche. Garagnani "Il problema è che l'Emilia-Romagna rimane ostile"

"Sarebbe un'ottima idea ma manca una legge regionale": così l'on.Fabio Garagnani, coordinatore cittadino del Pdl, interviene nel dibattito che ha riproposto a Bologna il 'buono scuola' e insieme ha messo in discussione il rinnovo per il 2012 della convenzione comunale con le scuole cattoliche.

"Condivido da sempre - ricorda Garagnani - l'opportunità di introdurre a livello comunale il 'buono scuola' che sulla base di parametri precisi ed indicatori economici" aiuterebbe "gli stessi Enti locali a farsi carico delle emergenze educative soprattutto nell'ambito delle scuole paritarie".

Per Garagnani però il 'vero problema' è costituito "dalla mancanza in Emilia-Romagna di una legge organica sul diritto allo studio che chiarisca senza ombra di dubbio la funzione pubblica delle scuole paritarie, peraltro dichiarata esplicitamente dalla legge Berlinguer del 2000, e conseguentemente attribuisca i contributi economici alle famiglie o alle scuole, ovviamente tenendo conto del momento difficile per la finanza locale": ce l'hanno "la Lombardia, il Veneto, il Piemonte", mentre l'Emilia-Romagna "rimane ostile" a una legge che "oltretutto sarebbe utile per escludere referendum come quello proposto a Bologna nei mesi scorsi contro i finanziamenti alle scuole materne paritarie".

LA PROMESSA DEL PDL. "Mi attiverò nei prossimi giorni - conclude - per inserire all'odg della commissione Cultura della Camera la proposta di legge presenta dal sottoscritto per rendere uniforme in Italia il diritto allo studio, stabilendo un livello minimo di prestazioni alle quali tutte le Regioni e gli Enti locali debbono uniformarsi".

 

(ANSA)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buono scuola per il 2012? Pdl, "Sì, ma occorre legge chiara su paritarie"
BolognaToday è in caricamento