Ciclista investito in via Arcoveggio: dichiarata morte cerebrale

Non ce la farà l'uomo travolto domenica sera da un'auto pirata. Due persone denunciate, ma l'accusa potrebbe trasformarsi in omicidio stradale

Non ce la farà il 73enne investito da un'auto pirata domenica sera. Ricoverato all'ospedale Maggiore in condizioni gravissime, i sanitari hanno dichiarato la morte cerebrale, sebbene sembrasse in ripresa.  

La Polizia Municipale ha rintracciato il colpevole, che è stato denunciato per lesioni gravi. Si tratta di un automobilista originario dello Sri Lanka alla guida di un'Alfa Romeo. Sentito dagli agenti, ha riferito di essersi accorto di aver urtato qualcosa mentre, insieme ad alcuni connazionali, tornava da una festa. 

E' stata individuata e denunciata anche una seconda persona per lesioni colpose gravi, ma a questo punto l'accusa potrebbe trasformasi in omicidio stradale con omissione di soccorso. Si tratta anche sempre di un cingalese, alla guida di una Ford Fiesta, Si ipotizza uno scontro tra le due vetture con il coinvolgimento del 73enne. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus cinese: cos'è, come si diffonde e come proteggersi

  • Incidente a Budrio: un morto e un ferito sulla Trasversale di Pianura

  • La dea bendata bacia il Christian bar: in via Toscana vinto 1 milione di euro

  • Regionali Emilia Romagna 2020, tutti i programmi elettorali

  • SPECIALE | Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: dalle interviste ai candidati a tutte le info utili al voto

  • People Mover, avvio il 7 marzo per la navetta veloce tra aeroporto e stazione

Torna su
BolognaToday è in caricamento