A Marano di Castenaso il presepe vivente è in dialetto

Il Natale si avvicina e in molti luoghi d’Italia tante persone volonterose, opportunamente addobbate, danno vita a rappresentazioni che ripercorrono la tradizione del Presepe vivente.
Gli abitanti di Marano e dintorni non sono da meno e da ben diciassette anni si danno da fare per interpretare a modo loro il racconto della Natività cosicchè, nelle ultime edizioni, hanno voluto inserire un elemento di assoluta originalità.
E’ stato infatti allestito un complesso meccanismo scenico che si dipana tra testi appositamente elaborati che conservano un’assoluta fedeltà al racconto religioso e sono accompagnati da canti e musiche aderenti all’evoluzione della storia.
Ma, come elemento assolutamente distintivo, alcuni degli oltre ottanta figuranti recitano in dialetto bolognese.
Ogni anno viene dunque riproposta questa particolare spettacolarizzazione della Natività che si dispiega lungo quattordici quadri e si svolge all’aperto, su di una passerella sopraelevata, utilizzando microfoni ambientali che permettono la migliore diffusione dei testi recitati e delle musiche.
Ogni anno la scenografia viene arricchita da qualche elemento di novità mentre ormai consolidata è la presenza del Coro dei Bambini diretto dal Maestro Crovetti.
Il Circolo La Stalla mette a disposizione i suoi accoglienti locali e gli ampi spazi antistanti per questo evento che ha anche una valenza benefica: il ricavato della manifestazione sarà destinato a
un progetto di sostegno allo studio di tre ragazzi africani che la comunità ha “adottato” a distanza.
Nel dodicesimo quadro della rappresentazione gli spettatori potranno inoltre entrare in scena, salire sulla passerella e depositare generi alimentari non deperibili presso la culla del Bambinello.
I doni, per il tramite della Caritas, saranno poi ceduti alle famiglie più indigenti.
Regista della complessa operazione è Luigi Mengoli che ha anche curato scenografia, è autore dei testi e ha scelto i brani musicali.
Per chi non conosce il dialetto bolognese c’è la traduzione in italiano proposta dagli stessi attori.
Tutti sono quindi invitati al Presepe Vivente che verrà messo in scena domenica 15 dicembre, nel pomeriggio, “stra al lómm e al scûr”(ore 16,30 circa ) al Circolo “La Stalla” di Marano di Castenaso, in Via della Pieve 33/a.
A partire dalle ore 15,30 ci sarà la vendita di dolci e vin brulè e la sera, finita la rappresentazione, si potranno gustare sostanziosi piatti della tradizione popolare.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di Incontri, potrebbe interessarti

  • “I Giardini del Baraccano”: tanti eventi dal 30 giugno al 18 settembre

    • Gratis
    • dal 30 June al 18 September 2020
    • Giardino del Baraccano
  • Certosa di Bologna, il calendario estivo: dal 18 giugno al 3 novembre 2020

    • dal 18 June al 3 November 2020
    • Certosa di Bologna
  • "Crinali": musicisti, narratori e artisti da incontrare "a sorpresa" lungo l'Appennino

    • Gratis
    • dal 1 July al 31 December 2020
    • Appennino

I più visti

  • "Sotto le stelle del cinema": il programma del cinema in Piazza Maggiore e al BarcArena

    • Gratis
    • dal 4 July al 1 September 2020
    • Piazza Maggiore e BarcArena
  • La Collina delle Meraviglie: il programma dal 16 giugno al 15 settembre

    • dal 16 June al 15 September 2020
    • Colli bolognesi
  • Rocchetta Mattei riaperta al pubblico con un nuovo percorso

    • dal 23 May al 31 August 2020
    • Rocchetta Mattei
  • Etruschi, viaggio nelle terre dei Rasna al Museo Civico Archeologico

    • dal 7 December 2019 al 29 November 2020
    • Museo Civico Archeologico
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
    Play
    Replay
    Play Replay Pausa
    Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
    Indietro di 10 secondi
    Avanti di 10 secondi
    Spot
    Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
    Skip
    Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
    Attendi solo un istante...
    Forse potrebbe interessarti...
    BolognaToday è in caricamento