Martedì, 22 Giugno 2021
Eventi Centro Storico

"Run tune up" 2014: all'insegna del rispetto ambientale e della solidarietà

In aumento le adesioni: saranno circa 3.600 i partecipanti di una delle mezze maratone più importanti d'Italia. Ambiente e riciclaggio non saranno i soli protagonisti, al centro di questa edizione anche un "Charity program"

Record di iscrizioni per la XIII edizione di "Unicredit run tune up", la mezza maratona in programma a Bologna domenica 14 settembre, presentata stamattina in conferenza stampa a palazzo Re Enzo. I partecipanti saranno infatti, come dice il responsabile di "Celeste group" Stefano Soverini, "circa 3.600, tra cui 800 donne e nove ultraottantenni, quasi il 30% in più rispetto all'edizione 2013". La grande novità dell'edizione 2014 e'' che la manifestazione sarà all'insegna del verde e del riciclaggio: tra i partner c'è infatti "Ervet" (Emilia-Romagna valorizzazione economica territorio, l'agenzia regionale di sviluppo), che con il progetto "Zero waste", co-finanziato dal programma europeo Ipa-Adriatico, promuove l'utilizzo di materiali biodegradabili e l'uso di carta riciclata nei grandi eventi.

Come spiega la rappresentante di "Ervet" Rita Trombini, "noi incentiviamo l'acqua pubblica e l'uso di materiale compostabile al posto della plastica. Per questo le sacche di gara saranno di materiale biodegradabile ed elimineremo le bottiglie di plastica fornendo ai partecipanti l'acqua pubblica in bicchieri prodotti con materiale biodegradabile". Trombini aggiunge che "con il progetto ''Zero waste'' abbiamo già partecipato a ''Scienza in piazza'' qui a Bologna, e il mese prossimo saremo al Festival di ''Internazionale'' a Ferrara. Inoltre, stiamo per lanciare un software gratuito con cui gli organizzatori di eventi potranno verificare l''impatto ambientale delle manifestazioni. Infine, dal momento che aderiamo al progetto di riforestazione urbana del Comune, abbiamo deciso di piantare quattro alberi nel centro storico di Bologna, per ridurre l''anidride carbonica presente in città".

Ma l'ambiente e il riciclaggio non saranno i soli protagonisti di "Unicredit run tune up". Al centro di questa edizione c'è anche il "Charity program Unicredit run tune up", realizzato in collaborazione con l'associazione "Passione fundraising". Come spiega Annalisa Gotti, responsabile della comunicazione di Confcommercio Bologna e fondatrice di "Passione fundraising", "si tratta di una raccolta fondi online, che durerà fino al 15 ottobre ma potrebbe essere prorogata anche fino al 20, da destinare a una serie di progetti proposti da diverse associazioni".

Tra i 10 progetti ci sono, ad esempio, quello dell'associazione "Pollicino", che vorrebbe acquistare un ecografo per la clinica pediatrica Gozzadini, e quello dell'associazione "Gli amici di Giò", che con "Lo sport ha la sua rete: ed è goal!" intende offrire a 35 ragazzi bolognesi in condizioni disagiate una settimana di campo estivo multisport. Chi vuole potrà fare la sua donazione al progetto che preferisce sul sito www.retedeldono.it.

Alla conferenza stampa erano presenti anche gli ex maratoneti Laura Fogli e Salvatore Bettiol (quest'ultimo come rappresentante della Diadora, sponsor tecnico dell'evento), l'assessore allo Sport del Comune di Bologna Luca Rizzo Nervo e Gianni Morandi, co-fondatore di "Celeste group", che quest'anno parteciperà per l'undicesima volta alla "Run tune up". Il cantante e dirigente del Bologna calcio ha sottolineato che "questa è una delle otto mezze maratone piu' importanti in Italia, e mi fa piacere che Bologna ospiti una manifestazione come questa".

(agenzia Dire)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Run tune up" 2014: all'insegna del rispetto ambientale e della solidarietà

BolognaToday è in caricamento