Venerdì, 19 Luglio 2024
Politica

Via 265 dehors, Venturi (Lega): "Ecatombe per le attività commerciali, i tempi cambiano"

Ieri il Comune aveva annunciato lo stop alle deroghe per sedie e tavolini del centro storico

“265 autorizzazioni per dehors revocate sono un’ecatombe per le attività commerciali bolognesi che non hanno visto dal primo di luglio rinnovarsi le autorizzazioni". Lo scrive in una nota Giulio Venturi, consigliere comunale e portavoce della Lega Bologna dopo l'annuncio di ieri in merito alla mancata proroga degli spazi dedicati ai tavolini nel centro storico "che non rispondono al regolamento comunale" come ha spiegato il presidente della commissione Commercio, Roberto Fattori. Il Governo, da parte sua aveva prorogato fino al 31 dicembre 2023 i dehors senza autorizzazioni paesaggistica e culturale per bar e ristoranti.

Secondo Venturi, sindaco e giunta "dovrebbero rivedere le proprie decisioni in base alle emergenze e ai tempi che cambiano, in base ai nuovi usi e costumi di vivere una città nemmeno più lontanamente assimilabile a quella di una decina di anni fa. Oggi i bolognesi e i turisti, complice la pandemia e i cambiamenti climatici amano stare all’aperto in qualsiasi periodo dell’anno e quindi - chiede - perché vietare spazi di socializzazione all’aperto?"

Il portavoce del Carroccio critica "la volontà di riapropriarsi dello spazio, non si capisce poi per farci cosa" quindi sulla "impellente necessità di creare nuovi posti auto - scrive - quest’ultimo punto non è mai stato considerato dalle amministrazioni di sinistra che si sono succedute e che non sopportano l’utilizzo del mezzo privato. Lepore e l’assessore al commercio Guidone dicano chiaramente da che parte stanno - attacca Venturi - se da quella dei cittadini e dei lavoratori o dalla parte di suonatori di bonghi, ubriachi e della malamovida in quanto ben sappiamo che queste attività sono anche un presidio per il territorio. Solo pochi giorni fa l’invito del Questore Isabella Fusiello a rendere vivi gli spazi ed ora al contrario si fa di tutto per ostacolare chi ha il solo intento di dar lavoro a famiglie e rendere più gradevole un calice di vino in piazza. La solita amministrazione di sinistra impratica e distante anni luce dai bisogni della città”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via 265 dehors, Venturi (Lega): "Ecatombe per le attività commerciali, i tempi cambiano"
BolognaToday è in caricamento