Politica

Raccolta firme della Lega Nord contro lo Ius soli, Beppe Grillo chiede il referendum

"Progetto scellerato" così lo definisce Bernardini capogruppo della Lega Nord che raccoglierà le firme contro la cittadinanza ai figli degli immigrati davanti al Maggiore, dove ha già protestato contro la presenza di Rom. E Grillo chiede il referendum

Contro lo ius soli, il riconoscimento della cittadinanza italiana ai cittadini stranieri nati nel nostro paese, un progetto sostenuto dal ministro per l'integrazione Cecile Kyenge, la Lega Nord raccoglierà firme a Bologna: lo farà da domani 11 maggio, dalle 9 alle 12.30, nel banchetto allestito davanti all'ospedale Maggiore, dove nelle scorse settimane ha più volte protestato contro la presenza di Rom che occupano abusivamente la struttura".

"Uno scellerato progetto che consegnerebbe il paese al caos"., secondo il capograuppo a Palazzo d'Accursio Manes Bernardini, così come è "altrettanta scellerata è l'ipotesi di abolire il reato di immigrazione clandestina, segno di civiltà, peraltro previsto negli ordinamenti francese, tedesco e inglese". Piuttosto che "un ministero che in tempi di crisi non pensa ad altro che a deregolamentare l'accesso al nostro paese, avremmo preferito un ministero alla ricostruzione, dedicato ai territori martoriati dal sisma e dalle calamità che – provati dalla 'cura' Monti – hanno bisogno di cure speciali per ferite che rischiano di rimanere indelebili", conclude.

Beppe Grillo, invece, con un post pubblicato sul suo blog, chiede un referenudm sul tema dello "ius soli", un'opinione, quella di Grillo, che farà storcere la bocca a molta parte del suo elettorato "di sinistra".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raccolta firme della Lega Nord contro lo Ius soli, Beppe Grillo chiede il referendum

BolognaToday è in caricamento